Sensazioni uniche in discesa con segnali non casuali

Durante l’allenamento di questa mattina ho provato un sacco di sensazioni uniche soprattutto nella discesa finale. Un primo giorno di ferie che ricorderò molto volentieri. Una giornata di caldo notevole da fare dimenticare di essere da pochi giorni in Inverno. Prima la salita al Cimiero, poi si sale per le creste ed infine sono rientrato dal 317B.

Non me lo aspettavo come sentiero fatto in questo verso. Un sentiero molto corribile e divertente. La discesa mi ha preso benissimo ed una volta finito -con tutta l’adrenalina del sentiero dentro di me- ho proseguito il 317 scendendo come se nulla fosse.

E poi ci sono quelle discese che ti scuotono dentro facendoti provare e sentire emozioni uniche <3 #RockON

Infine è arrivato un segnale inequivocabile dal mondo di Odino. Finito il 317 sapevo di dovere girare a destra, ma Odino mi ha fatto girare a sinistra. In questo modo mi ha portato verso Clusone città ripercorrendo la partenza dell’Orobie Ultra Trail.

Una coincidenza?

Di sicuro per chi mi ha visto correre come se nulla fosse in una Clusone a tema natalizio il ricordo del mio passaggio -anche dal punto vista olfattivo- non sarà facilmente trascurabile.

Sguardo da infreddolito lungo il sentiero CAI 245

L’inizio di un sentiero visto un numero infinito di volte da bambino. Avevo camminato o corso i primi metri, ma nulla di più. Poi questa primavera mi sono ritrovato davanti all’imbocco del sentiero durante un lungo su asfalto.

Parlo del sentiero CAI 245 con partenza da Bratte. Bellissimo e mi è spiaciuto non farlo prima. L’ho percorso tutto sino all’imbocco del CAI 240, ma sono tornato indietro.

Un rientro veramente divertente. Una discesa che non mi aspettavo e mi ha fatto rivivere certi livelli di adrenalina e di sensazioni uniche.

La foto? Finito il 245 -invece di prendere il 24o- mi sono fermato nel pianoro per mangiare qualcosa. Nel mentre la temperatura è scesa e così mi sono chiuso dentro il cappuccio. Poi, mentre scendevo, mi sono slacciato la giacca per via del caldo.

La prossima volta? Si allunga con un anello che ho in mente e/o si prosegue verso l’Arera.

[Running] Milano City Marathon 2013 : UNDER THE WALL!

Non è facile scrivere questo racconto per me, ma so benissimo che se rimando ancora finirà come la Maratona dell’IM ovvero non sarà mai scritta. Dopo l’ultimo test effettuato alla Stramilano 2013 e l’ultimo lungo solitario sapevo benissimo cosa chiedere al mio fisico ed alle mie gambe. Ho rielaborato il tutto mentalmente e non ho Leggi di più[Running] Milano City Marathon 2013 : UNDER THE WALL![…]

[Running] E’ passato un anno da quello sparo …

… che ha cambiato la mia vita in modo inaspettato! Erano le ore 09.00 del 26/04/2009 quando è partita la Maratona di Padova. La mia prima Maratona. I primi metri li ricordo come se fossero ora. Aspettavo di passare sotto l’arco della partenza per andare verso l’ignoto. Sapevo che partivo da uomo, ma non sapevo Leggi di più[Running] E’ passato un anno da quello sparo …[…]

[Running] Quando è lui a venire incontro a te

Mi ricordo Venerdì 26 Dicembre a Zanica ([Running] Maratonina di Zanica – Una corsa molto sofferta) quando assieme ad un mio amico e compagno di squadra abbiamo deciso di allungare e forzare il ritmo nel tratto rimanente. Siamo partiti via bene assieme. Qualcosa in me non è andato come avrei voluto e ci siamo separati. Leggi di più[Running] Quando è lui a venire incontro a te[…]