Mangiare Vegano? Non partire col pregiudizio del NO assoluto

Anche se non lo sono, mi è capitato diverse volte ed in più occasioni di mangiare vegano. Alcuni piatti non sono male, ma di certo non faccio del mangiare vegano la mia religione di vita. Ieri pomeriggio ho assistito ad una scena che mi ha lasciato perplesso e vorrei raccontarla. Mangiare Vegano? Ma anche no! Leggi di piùMangiare Vegano? Non partire col pregiudizio del NO assoluto[…]

LUT2017 – Da Cortina a Cortina: Fatevi Onore

Il (lungo) week-end tanto atteso della LUT2017 ha preso vita proprio nella giornata di oggi. Saranno tre i viaggi che partiranno ed arriveranno nella città di Cortina d’Ampezzo.

Indipendentemente da quale delle tre distanze abbiate scelto di correre fatevi onore ed un grosso in bocca al lupo a tutti quanti i partecipanti.

Quale sarà la vostra grande sfida: 20 della Sky oppure 48 del Cortina Trail oppure i 120 della LUT?

Dopo due anni al via da Cortina – ma con un solo arrivo nella 48km e non alla LUT (=vedi Cocci di un sogno da raccogliere: LUT2016) questa volta non sarò presente per motivi personali. Nulla però mi impedirà di starvi vicino e pensarvi davvero tanto.  Sappiate che nutrirò parecchia invidia nei vostri confronti e su questo non ho dubbi.

FATEVI ONORE. Da Cortina a Cortina per un viaggio che vi cambierà davvero tanto.

Ti saluto da qua, tra i monti e senza pensieri

Un saluto da qua, perché erano pochi i posti dove sarei voluto essere oggi. La Croce Pare non era la mia prima scelta, ma era la più sensata.

E’ passato un anno, moltissime cose sono cambiare soprattutto dal punto di vista personale e sportivo. Una salita che forse non avrei dovuto fare, ma che ho VOLUTO fare ed ora la sentirò nelle gambe e nel fisico per diverso tempo.

Ti saluto da qua, tra i monti e la neve -inaspettata- di inizio Maggio 🙂

Silenzio, riflessioni e la decisione: bye bye LUT

Bye bye LUT è la sintesi della mail che ho mandato ieri pomeriggio. Una mail nella quale chiedevo l’annullamento della mia iscrizione come indicato nel regolamento della stessa gara. La LUT è sfumata lo scorso anno e mentre cercavo di rimettere assieme tutti i cocci di quel sogno (=Cocci di un sogno da raccogliere: LUT2016) ho Leggi di piùSilenzio, riflessioni e la decisione: bye bye LUT[…]

LUT2017, I bussolotti e lo stato d’animo

LUT2017 e la fatidica domanda La LUT2017 aprirà le preiscrizioni domani e devo dire che questo ha portato diverse riflessioni nella mia mente. Dopo quanto successo lo scorso giugno (vedi Cocci di un sogno da raccogliere: LUT2016) ero rimasto fermamente dell’idea di non provarci nemmeno a vedere l’esito del sorteggio. Il tempo è passato e fondamentalmente Leggi di piùLUT2017, I bussolotti e lo stato d’animo[…]

LUT2016 in un venerdì 30 ottobre 2015 come tanti

LUT2016: Era venerdì 30 ottobre 2015, forse non un giorno come tanti. Per me è stato un seguirsi di emozioni uniche. Nel pomeriggio ho preso la Patente A e mi sono dovuto separare dalla mia vecchia patente cartacea. La cena a casa coi miei e poi all’improvviso verso le 22:55 un urlo ha svegliato tutti quanti. Mi Leggi di piùLUT2016 in un venerdì 30 ottobre 2015 come tanti[…]

Sensazione di libertà assoluta fissando il 317 dal Monte Valsacco

Sensazione di libertà nella solitudine di una cima. Il paesaggio dal Monte Valsacco mi ha rubato il fiato. Fissavo il 317 davanti a me sapendo che tutto comincia  e prosegue su quel sentiero.

Prima o poi supererò la cresta a metà immagine in modo da arrivare al Rifugio Olmo e poi verso Valzurio / Pagherola Alta e fare un anello per rientrare al Blum.

Ho stampato l’altimetria dell’OUT questa mattina. Ora -un pezzo alla volta- voglio colorarla per dire di averla provata e rendermi conto dei singoli passaggi. Su alcuni potrei già farlo, ma non li voglio dare per scontato.

Incredibile come cambia la vista, il paesaggio e soprattutto la vita prendendo qualche centinaia di metri di dislivello. A volte il tutto ti scava dentro o nel bene o nel male, ma quello che ti lascia più di tutto e’ la libertà di essere lassù da solo.

Un valore da respirare tutto quanto senza sprecarlo.

Ripartire dopo il ritiro alla LUT

Ripartire dopo il ritiro alla LUT era necessario. Sapevo che da qualche parte dovevo cominciare ed ho cominciato subito la settimana dopo.

Come? Ho corso la mia prima Maratona dell’anno (ovviamente per boschi e con dislivello) e posso dire di averla fatta bene.

Primiero dolomiti ‪Marathon‬ FINISHER!

Oggi – e lo dico senza problemi – stavo davvero bene e me la sentivo dentro la giornata!

Per la cronaca oggi ho fatto la prima caduta dell’anno  e mi trovo col ginocchio dolorante ed ora sono in fase ghiaccio.

Cocci di un sogno da raccogliere: LUT2016

I cocci di quel sogno chiamato LUT2016 sono tanti. Li devo solamente raccogliere tutti e rimettere in ordine. Questi cocci non li romperò in altri piccole parti preso da nervoso o rabbia. Credo che li guarderò, li studierò e farò di loro un tesoro molto prezioso. Riassumere in un post tutta questa esperienza è davvero difficile se non Leggi di piùCocci di un sogno da raccogliere: LUT2016[…]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi