Lanzarote, una tovaglia di carta e quei ricordi ancora vivi!

Mentre diversi amici si stanno recando all’isola d’Elba per l’ElbaMan (o a Cervia per la new entry IM nel nostro Paese) il mio “Accadde Oggi” su Facebook mi ricorda che lo scorso anno ho fatto la prima cena delle ferie 2016 a Lanzarote.

Una tovaglia di carta che mi porta a galla moltissimi ricordi. Ogni volta che ripenso all’isola che mi ha stregato questa immagine torna viva nella mia mente. Ricordo bene quei malefici (ed ultimi) 180Km che mi hanno portato a vivere una lunghissima giornata. Ricordo anche bene le cene (e pranzi) in quel locale visto che a me il messicano non piace per nulla.

Detto questo, oggi sono alla solita vita ed ironia della sorte non ci sarebbero nemmeno i voli per scappare nell’isolotto. Per il resto la situazione non è cambiata di molto su certi fronti, quindi rassegnamoci a ricordare quei 180km da favola. Il problema sono i 3800 prima che tendo a rimuovere nonostante il bellissimo fondale da vedere.

La foto è stata fatta a “El Patio Chiquito Tex-Mex Restaurant”  – Puerto del Carmen

Ironman Lanzarote e simulazione di morte tecnica

Ironman Lanzarote 2014 ed il fatidico “The day before” quando stavano allestendo la zona cambio.

Una foto fatta dal mio amico e compagno di avventura “Socio K” per immortalare uno dei miei ultimi momenti da vivo.

L’ho pubblicata su Facebook col titolo “… prove di morte tecnica sul campo … io domani muoro” sapendo esattamente (=molto a spanne) quello che mi attendeva il giorno dopo durante la grande battaglia.

Una delle mie foto preferite ancora oggi in tutta onestà perché mi ricorda come stavo bene in quel periodo.

Ero ancora all’oscuro di tutto quello che il grande viaggio tanto sognato mi avrebbe lasciato dentro.

Nostalgia? Per dirla “all’Andrea” rispondo con bho!

Lanzarote ed il mio ultimo braccialetto …

Il mio ultimo braccialetto che mi identificava come “Atleta Ironman” risale a Maggio 2014 con l’avventura di Lanzarote.

Non sono il tipo da braccialetti o altro addosso, ma quello l’ho tenuto addosso per parecchio tempo sino a quando -purtroppo- si è rotto.

Ogni tanto ripenso a quel rettilineo che mi ha tanto scavato dentro.

Non sono in momento nostalgico, ma sono sempre nella fase di sistemazione foto passate.

 

Lanzarote ed il richiamo del suo oceano

Lanzarote ed il richiamo del suo oceano non mi hanno lasciato immune dopo questi pochissimi giorni di ferie. Rivivere -anche se diversamente- quei luoghi che mi hanno accompagnato in uno dei miei viaggi più belli in assoluto mai fatti.  Erano circa sei o sette mesi che non nuotavo più e sinceramente credevo di non esserne più capace.

Eppure qualcosa è successo. Sono tornato in quella spiaggia a Puerto del Carmen dove tutto ebbe inizio quel sabato mattina. Un fondale che non si dimentica facilmente e chi l’ha visto ha ben presente a cosa mi riferisco. Inizialmente molto scettico sull’entrare in acqua nonostante il mio fido mutino ed occhiali.

Una volta dentro qualcosa è cambiato. Non credevo di ricordarmi il come non si annega (=dire nuotare è una vera bestemmia) e mi sentivo tranquillo. Una bracciata dopo l’altra ho cominciato a prenderci gusto e buttarmi verso le onde. Sono stato in acqua diverso tempo, ma non ho idea del quanto visto che il mio 910xt ha dato di matto in acque libere.

Dove ha portato tutto questo? Oggi sono andato in piscina ed ho rinnovato l’abbonamento per riprendere a nuotare.  Si, avete letto bene. Non ci credo ancora nemmeno io, ma è successo davvero.

Sarà l’effetto Lanzarote? Dei posti sull’isolotto a cui sono parecchio legato? O dei post della distanza IM/73 della scorsa domenica all’Elba? O forse perché ieri ho aperto e navigato casualmente in “certi siti” anche se non è del tutto colpa mia?

Non ho idea, ma questo è il risultato: #trilfe #triathlon #triathlete

Eh, niente pensieri strani, sono solamente tre sport che mi piace praticare 😉

IM Lanzarote 2014 : l’avventura comincia

Per molti era un giorno come tanti. Per me è stato un giorno particolare. Mi sono svegliato quella mattina consapevole della decisione che stavo meditando da tempo. Non potevo e non volevo più attendere. Quello che stavo per fare era un vero e proprio azzardo perché non sapevo come fossi uscito da Klagenfurt visto che Leggi di piùIM Lanzarote 2014 : l’avventura comincia[…]

Cardiofrequenzimetro: Fedele alleato o acerrimo nemico?

Il mio primo incontro col cardiofrequenzimetro risale al lontano 2005 quando ho cominciato a pedalare in Mountain Bike e notavo che ero sempre stanco in salita con una tachicardia fuori dal comune. Così ho acquistato un contachilometri Polar con cardiofrequenzimetro. A mio avviso erano solamente numeri senza significato. Sapevo solamente una cosa: più diventavano alti, più Leggi di piùCardiofrequenzimetro: Fedele alleato o acerrimo nemico?[…]

Destinazione Mirador del Rio e poi la lunga discesa

Una striscia di asfalto senza fine dal paesaggio da togliere il fiato sull’oceano. Si tratta del rettilineo che porta a “Mirador del Rio” durante l’Ironman di Lanzarote. Una salita veramente bella ed emozionante. Un rettilineo a cui ho associato un sacco di ricordi per ognuno dei tre viaggi effettuati sull’isolotto.

Ricorderò quel Maggio 2014 quando arrivato alla punta dell’isola la gente ed i volontari della gara erano con le felpe. Quante emozioni in quel viaggio e poi una volta arrivato lì si gira a destra cominciando la lunga discesa che ci avvicina sempre di più (per modo di dire) a Puerto del Carmen.

Una discesa subdola che poteva costarmi la gara intera. Fortunatamente l’averla provata l’anno prima mi ha fatto usare il buon senso e non ho avuto problemi quel giorno.

Kinabalu Enduro by Scott: battesimo completato

Le Kinabalu Enduro by Scott -prese durante il soggiorno a Lanzarote- oggi hanno subito il battesimo.

Un battesimo casalingo e non solo. Ero sui sentieri di Mario Poletti (=quel Mario Poletti, il detentore del record sul sentiero delle Orobie fatto il 07 agosto 2005 – Mario Poletti – Il Sentiero delle orobie e un sogno lungo 9 ore)

Le Orobie oggi sono state un campo di battaglia non solo per le gambe, ma per me stesso. Un grazie alle  Kinabalu Enduro che mi hanno accompagnato per qualche ora sui miei sentieri.

Una scarpa interessante che voglio conoscere meglio ed alla quale devo abituarmi sia in salita che in discesa. Le premesse sono ottime, ma la tenuta della suola vibram megagrip è stata sorprendente e del tutto inaspettata.

Diciamo che il “Dolcetto o Scherzetto” di Halloween me l’hanno fatto ed un paio di cadute le ho rischiate, ma sono rimasto abilmente in piedi.

Ed ora? Diamole il degno tempo di recupero perché una nuova uscita le attende e …

 

 

226Km di emozioni da vivere ricordandole

226Km. Una distanza o meglio un “numero simbolo” per tutti coloro che fanno Triathlon ed hanno preso in considerazione -o anche solo guardato- la distanza Ironman. Si tratta della somma  dei 3.8Km di nuoto, dei 180Km in bici di  corsa ed infine i  42.2Km della Maratona. Un viaggio che ti lascia un segno incredibile dentro. Leggi di più226Km di emozioni da vivere ricordandole[…]

L’arroganza, la presunzione e lo Zen correndo

L’arroganza, la presunzione e lo Zen correndo sono tre elementi che possono risiedere nella stessa persona, ma in momenti ben diversi e distinti. Ci pensavo proprio oggi mentre correvo. Ho cominciato la corsa con un percorso ben preciso e poi? Mi sono trovato altrove non perché ho sbagliato strada. E’ successo che ho trovato un punto Leggi di piùL’arroganza, la presunzione e lo Zen correndo[…]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi