Clusone in una cartolina dal Crosio

Uno scatto della cittadina di Clusone dopo avere affrontato tutta la scalinata del Monte Crosio (=vedi Crosio: amore o odio? Cento scalini per scoprirlo – Luglio 2016 )

Una scalinata molto sofferta in quel momento. Uscivo dal MUT (=MUT – Un viaggio nella pioggia ) del giorno prima, una notte con poche ore di sonno e di nuovo in piedi ad allenarmi.

Nonostante la fatica lo sguardo e l’attimo di pace una volta giunto in cima è stato impagabile. Clusone è sempre bello da vedere, sopratutto quando alzi lo sguardo.

Sai che poco dietro c’è il tanto amato “CAI 317” sul quale hai trascorso parecchie ore ed ore di allenamento.

Crosio: amore o odio? Cento scalini per scoprirlo – Luglio 2016

La salita al Monte Crosio ed i suoi cento scalini. Un mio fedele compagno di allenamenti.

Ci sono momenti che lo odio dal profondo. Ci sono momenti che lo amo.

Il mio personale sulla salita resta ancora quello dello scorso anno. Non ho più cercato di abbatterlo. Dovrà uscire da solo quel nuovo tempo.

Se dalla cima del Crosio amo fermarmi ad ammirare tutta la valle, per una volta mi sono fermato a fissarlo da una prospettiva diversa.

Sembra sempre piccolo ed indifeso, ma chi ha corso quei trecento metri ha capito benissimo quello che provo ogni volta che lo guardo.

I miei 215 secondi vissuti come l’inferno, ma dalle soddisfazioni immense una volta arrivato in cima.

[ Foto scattata Domenica 24 Luglio 2016 ]

Collinare bagnato significa divertimento assicurato!

Il collinare bagnato di oggi è proprio quello che mi serviva. Sono uscito con l’intenzione di fare qualche su e giù per boschi, ma poi qualcosa è andato -stranamente- fuori fagli schemi. Senza rendermene conto sono volate un paio di ore trascorse quasi tutte su sentieri dai colori autunnali per via delle foglie cadute. Un allenamento che Leggi di piùCollinare bagnato significa divertimento assicurato![…]