Lanzarote ed il richiamo del suo oceano

Lanzarote ed il richiamo del suo oceano non mi hanno lasciato immune dopo questi pochissimi giorni di ferie. Rivivere -anche se diversamente- quei luoghi che mi hanno accompagnato in uno dei miei viaggi più belli in assoluto mai fatti.  Erano circa sei o sette mesi che non nuotavo più e sinceramente credevo di non esserne più capace.

Eppure qualcosa è successo. Sono tornato in quella spiaggia a Puerto del Carmen dove tutto ebbe inizio quel sabato mattina. Un fondale che non si dimentica facilmente e chi l’ha visto ha ben presente a cosa mi riferisco. Inizialmente molto scettico sull’entrare in acqua nonostante il mio fido mutino ed occhiali.

Una volta dentro qualcosa è cambiato. Non credevo di ricordarmi il come non si annega (=dire nuotare è una vera bestemmia) e mi sentivo tranquillo. Una bracciata dopo l’altra ho cominciato a prenderci gusto e buttarmi verso le onde. Sono stato in acqua diverso tempo, ma non ho idea del quanto visto che il mio 910xt ha dato di matto in acque libere.

Dove ha portato tutto questo? Oggi sono andato in piscina ed ho rinnovato l’abbonamento per riprendere a nuotare.  Si, avete letto bene. Non ci credo ancora nemmeno io, ma è successo davvero.

Sarà l’effetto Lanzarote? Dei posti sull’isolotto a cui sono parecchio legato? O dei post della distanza IM/73 della scorsa domenica all’Elba? O forse perché ieri ho aperto e navigato casualmente in “certi siti” anche se non è del tutto colpa mia?

Non ho idea, ma questo è il risultato: #trilfe #triathlon #triathlete

Eh, niente pensieri strani, sono solamente tre sport che mi piace praticare 😉