Gensan Giulietta Romeo Half Marathon 2018: DNF

La Gensan Giulietta Romeo Half Marathon di questo 2018 termina con una sola sigla. Forse la più brutta per una persona che pratica sport. Si tratta della sigla DNF. Si legge “non l’hai finita” e questo crea una strana sensazione.

Gensan Giulietta Romeo Half Marathon: le premesse

Pur detestando le corse per verona mi sono iscritto ugualmente alla Gensan Giulietta Romeo Half Marathon a seguito di una serie di fattori. Ironia della sorte quei fattori sono saltati tutti negli ultimi giorni e quindi alla fine potevo risparmiare l’iscrizione e starmene comodo a casa questo fine settimana.

Gensan Giulietta Romeo Half Marathon: la gara

Definire gara quanto successo ieri alla “Gensan Giulietta Romeo Half Marathon” ci vuole davvero del coraggio.

Da subito dopo la partenza avevo capito benissimo che non era la giornata che volevo. Non avevo ambizione cronometrica o altro. La sola ambizione era quella di portarmi a casa quei 21km con un tempo altissimo rispetto ai miei soliti ritmi.

Una volta partiti mi metto di lato e comincio a farmi superare dal mondo intero essendo nella griglia davanti e senza l’intenzione di andare a 4/km  come i pacer nelle mie vicinanze. Chiedo scusa per avere fatto da tappo, ma almeno mi sono messo da parte e non in mezzo alla strada.

Passa il primo chilometro ed i segnali erano certezze. Arriva il secondo chilometro e vedo i camion delle borse. L’idea di fermarmi in quel preciso momento mi è balzata in mente. Alla fine non so per quale idea del cavolo decido di andare avanti.

Arriva il terzo, poi il quarto, poi il quinto chilometro ed infine la decisione. La Gensan Giulietta Romeo Half Marathon è terminata da un pezzo. Appena ho visto il primo volontario sul percorso gli ho chiesto come arrivare facilmente all’arena tagliando il percorso. Ho seguito le indicazioni. Sono uscito dalla gara ed arrivato in centro ho ripreso la mia sacca.

Gensan Giulietta Romeo Half Marathon: la conclusione

Dopo essermi cambiato alla meno peggio per strada mi sono seduto al tavolo del Mc Donald vicino al centro. Avevo voglia di stare per i fatti miei e non in mezzo alla gente.

Nulla da fare, solamente la sigla #dnf da dire. La #gensangiuliettaeromeohalfmarathon termina cosi. Unica certezza che #verona non mi vedrà per un bel pezzo a correre per le sue strade. Appena l’umore sarà dei migliori vi scriverò tutto quanto con più calma. Buona domenica

Insieme alla foto dell’Ambit è stato quello il post che ho scritto ieri sui miei profili social dopo il ritiro. Inutile dire come mi sentivo ieri. Inutile dire come mi sento oggi.

Dovevo ascoltare quella vocina, quell’idea, quella sensazione che mi  diceva di fermarmi subito. Ho trascinato quell’agonia (perché nonostante fossi a 6/km non era correre) per altri 5km abbondanti.

Ho sempre detestato Verona dal punto di vista podistico. Ogni tanto c’è stato qualche accenno di sentimento. Ieri no, la rottura è stata definitiva. Addio Verona, non ci siamo mai amati. E’ inutile prendersi in giro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi