Strava for Dummies in 8 semplici mosse

Strava for Dummies, perché questa mini guida pratica? Nell’ultimo periodo ho ripreso ad utilizzare Strava per questioni lavorative e mi sono reso conto che molti punti risultano oscuri e poco noti.

La guida che leggerete è scritta per la versione Desktop di Strava. Esistono anche le app per cellulare, ma prima è corretto imparare ad usarla in questo modo. Perché? Moltissime funzioni ed impostazioni non sono presenti e sono utili per il setup di base.

Strava for Dummies: chi sei?

Prima di entrare nel vivo della guida Strava for Dummies è necessario capire a cosa serve Strava. Per farla molto breve Strava è una piattaforma online dove caricare i nostri allenamenti e tenerne traccia/storico. Il problema (che poi è il bello di Strava) che non è tutto qui. Si tratta di un vero e proprio Social Network (a tema sportivo) dove puoi interagire con altri utenti (amici e non) per confrontarti con loro.

La definizione non è delle migliori e sicuramente non è delle più complete, ma per darvi un’idea di base può andare benissimo.

Strava for Dummies: Requisito di base

Per potere entrare nel vivo della community di Strava è necessaria una registrazione. Per farlo è necessario andare nella home page di Strava e troverete il tutto nella parta alta della pagina.

Strava for Dummies - Registrazione

Come vedete farlo è molto semplice ed esistono 3 modalità:

  1. Utilizzo del proprio account Facebook
  2. Utilizzo del proprio account Google
  3. La classica registrazione tramite email

Personalmente consiglio una delle prime due, ma nulla vieta di utilizzare anche l’ultima. Una volta fatto e confermato l’account secondo la procedura che vi verrà indicata sarete pronti per entrare in questo magnifico mondo.

Segnalo -per correttezza- che la registrazione di base su Strava è gratuita. Esiste una versione a pagamento e si chiama “Strava Premium” e sinceramente (anche per via del costo) potete farne benissimo a meno. Io non l’ho mai usata e mi sento benissimo lo stesso. Ogni tanto cercherà di ingolosirvi offrendovi la prova di trenta giorni.

Strava for Dummies: le 8 cose da sapere per sopravvivere

Ora che siamo registrati su Strava dobbiamo capire alcune cose di base per potere sopravvivere in questa “giungla” del nostro nuovo Social Network.

Strava for Dummies: collegare gli account sportivi (1/8)

strava for dummies: Account SportiviPer potere mostrare le proprie attività sportive su strava la mossa è molto semplice.

Prima di tutto bisogna andare nella pagina “Carica e sincronizza le tue attività” e li possiamo decidere come caricare le nostre attività.

Il modo più semplice, diretto ed automatico è collegare il nostro account (o più) su cui scarichiamo dai nostri dispositivi. In questo momento le connessioni disponibili sono le seguenti: Garmin Connect, Suunto,  TomTom , Polar , Fitbit , SRM PC8 , Mio, Wahoo ,Microsoft Band , Soleus , Timex , Bryton , Sigma e Lezyne. Con questa soluzione la sincronizzazione sarà automatica ed in tempi molto rapidi.

Altrimenti potete decidere di caricare i file delle tracce a mano, ma questa è un’operazione lunga e noiosa.

In alternativa, come ultima strada potete procedere all’inserimento manuale del tutto.

Strava for Dummies: comincio a sentiermi solo (2/8)

Strava for Dummies: invitare amiciLa situazione ora è molto semplice e si riassume nella seguente frase: sono iscritto a Strava, ho connesso i miei dispositivi e vedo solamente le mie attività. Che senso ha tutto questo? Le conosco già e non mi serve a nulla portarle anche qua per rivederle sotto un diverso layout grafico.

In alto sulla destra possiamo vedere l’icona del nostro account e selezionandola una delle voci nel menu a tendina è “Invita Amici” e non resta che selezionarla.

Verrà aperto un pop-up come quello dell’immagine ed in questo modo sarà possibile capire come invitare i nostri amici a connettersi con noi.

Uno dei motivi per cui consigliavo l’utilizzo dell’account Facebook per la registrazione è proprio questo. Invitare i proprio “Facebook’s friends” a seguici anche qua è praticamente immediato.

Sappiate che Strava non è limitato solamente ad amici reali o di Facebook. Esiste la possibilità di conoscere facilmente gente da qualsiasi angolo del globi tramite altre funzioni. Di massima personalmente utilizzo due metodi. Il primo sono i segmenti, mentre il secondo sono i club.

Strava for Dummies: I clubPrendiamo per esempio il club della Bombolon Run (al quale vi invito ad iscrivervi per simpatia della manifestazione ed essendo il motivo del mio ritorno su Strava) creato da pochi giorni.

In un club possiamo “aggregarci” con persone che hanno interessi simili ai nostri: compagni di squadra, simpatizzanti di una società sportiva, appassionati di un determinato sport o semplicemente per dove si corre.

Personalmente utilizzo diversi club su Strava e questi vanno dalle squadre per cui sono (=ero) tesserato ai club legati alle manifestazioni territoriali che mi interessano maggiormente.

Una cosa bella del club è la possibilità di restare aggiornati su eventi mirati creati.

Un esempio? Nella schermata della Bombolon Run viene ricordato come prossimo appuntamento la gara del 2017 ed entrando è possibile visionare tutti i dettagli compreso di tracciato.

Interessante no? Sappiate che non sono finite le perle. In automatico nel club vengono generate delle classifiche in modo da tenere monitorato l’andamento degli altri.

Strava for Dummies: Il magnifico mondo dei Kudos (3/8)

Ora che seguo tanti nuovi amici e sono iscritto nei club cosa faccio? Vedendo passare le attività dei tuoi amici (come loro vedranno le tue) sarà molto probabile il lasciare (o ricevere) dei Kudos per quanto svolto. Di base il Kudos non è altro che il like di Facebook chiamato in altro modo. Non mi dilungo molto sulla questione avendo scritto da poco un articolo a tema che invito a leggere con calma: Kudos: questi sconosciuti per la popolarità su Strava

Strava for Dummies: I segmenti, questi sconosciuti (4/8)

Strava for Dummies: i segmentiIn Strava esiste il concetto di segmenti e tutti quanti bene o male conosciamo il significato del termine.

In questo contesto si tratta di una parte (frazione) del nostro allenamento con un punto di inizio ed un punto di fine.

Ho preso una mia vecchia attività (100Km del Passatore – Edizione 2016) dove ero certo di trovarne diversi.

Per ogni attività entrando potete trovare la voce “Segmenti” ed al suo interno una lista di tratti creati da altri. A cosa serve? Serve per generare delle classifiche su tratti di strada (o sentieri) in modo da confrontarsi con altri amici o perfetti sconosciuti.

Personalmente il mio utilizzo dei segmenti non è tanto legato al confronto con altri, ma vedere i miei progressi o peggioramenti in corsa.

E se non trovo un segmento che mi interessa? Sotto (in fondo alla pagina) è possibile trovare la voce “Crea nuovo segmento” e disegnarlo.

La procedura step by step è molto semplice ed intuitiva, non resta che divertirsi e dare sfogo alla fantasia.

Strava for Dummies: I KOM e la loro conquista (5/8)

Strava for Dummies: KOMSe utilizzi i segmenti e vuoi sfruttarli in maniera competitiva allora non ti resta che migliorare la tua performance e puntare al KOM.

Di cosa parlo?

I KOM (=King Of Mountain) non sono altro che i riconoscimenti per essere il migliore atleta ad avere percorso quel segmento. Una nota importante. Il “KOM” sul segmento non  è eterno. Vi può venire rubato in qualsiasi momento e questo rende la classifica dinamica ogni volta.

In Strava non esistono solo i KOM.

Per le fanciulle esiste l’equivalemnte chiamato QOM (Queen of the Mountain) ed infine esistono dei “riconoscimenti” verso noi stessi generando la nostra classifica degli allenamenti svolti su quel segmento dalla migliore alla peggiore performance.

Strava for Dummies: la connessione coi social (6/8)

Strava for Dummies: I social NetworkSiamo sinceri visto che siamo nel 2017. Quando usciamo a correre la voglia di dirlo sui Social Network al nostro rientro è tantissima. Una volta caricato su Strava l’incentivo a farlo è davvero forte.

Entrando in ogni attività è possibile condividerla tramite dei pulsanti rapidi. Una volta condivisa l’icona verrà accesa associata alla rete specifica.

Se volete condividerla in altro modo è possibile semplicemente copiare l’indirizzo dalla barra in alto e diffondere il link in quel modo.

Strava for Dummies: questione privacy (7/8)

Strava for Dummies: la privacyUno dei motivi per cui mi piace davvero Strava è la gestione della privacy.

E’ possibile decidere cosa condividere a differenza di altri sistemi che ti permettono o “tutto o nulla” e già qua la cosa diventa interessante.

Personalmente ho messo un livello di privacy abbastanza stretto. Tutto quanto nascosto e poi sblocco io quello che voglio fare vedere.

Quello che letteralmente amo di Strava è la gestione delle aree nascoste. Non vi piace fare sapere dove abitate? Dove lavorate? O altro?

E’ possibile creare attorno a quell’indirizzo una zona d’ombra in modo da nascondere tutto quello che avviene al suo interno. Con tutto intendo anche i segmenti ad essa associati.

Questa zona può variare da 500 a 1000 metri con un’impostazione a vostra scelta. Io personalmente non sono desideroso di segmenti e quindi la tengo al massimo.

Strava for Dummies: Ed ora che ho letto tutto? (8/8)

Ora che hai letto tutto non ti resta che andare a correre. Altrimenti che cosa ti sei iscritto a fare su Strava?

Buone corse e buon divertimento e grazie di essere arrivati a leggere sino in fondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi