Hoka Challenger ATR 3: Recensione a tutto sentiero

Hoka Challenger ATR 3Il mio recente acquisto delle Hoka Challenger ATR 3 non è un segreto e lo avevo dichiarato in un precedente post (=Challenger ATR 3: nuove Hoka One One per sassi) ma avevo frenato l’entusiasmo per via del poco utilizzo.

A distanza di qualche settimana con dei chilometri percorsi posso pensare di sbilanciarmi. Abbiamo visto sassi, radici, polvere dal terreno, salite, discese, fango ed anche una pioggia battente che rendeva il tutto più epico.

Hoka Challenger ATR 3 – Scheda Tecnica:

Non amo moltissimo fare il copia ed incolla delle schede tecniche. Essendo una scarpa nuova mi limito a mettere i dettagli che mi hanno attirato nel prenderla:

  • Peso: è una scarpa molto leggera anche se a vederla non si direbbe. La misura 9 è dichiarata 269g
  • Versatile nel trail: mi serviva una scarpa per riprendere a correre per boschi e questa si adatta molto bene. Personalmente non credo di portarla in luoghi dove è richiesto qualcosa di tecnico.
  • Comfort:  la scarpa offre un livello di comodità ai piedi unico. Non parlo solamente di quando la si indossa. Parlo soprattutto di quando si corre
  • Suola: E’ stata ridisegnata su modello delle Hoka Clifton 3 garantendo la massima comodità in corsa assieme alla stabilizzazione del piede
  • Drop: solamente 5 mm. Presenta un 24mm sulla punta e 29mm sul tallone.

Chi di voi ha letto la mia recensione sulle Hoka Bondi 4 (=Bondi 4: la scarpa HOKA che mi ha cambiato la vita e la corsa) potrà farmi notare due cose in contrasto tra queste scarpe.

  1. Assenza di linea guidance: non c’è nelle scarpe da trail running anche perchè non servirebbe a nulla per via dell’appoggio irregolare dettato dal terreno.
  2. Drop superiore a 4mm che tanto amo. Questa volta mi sono spinto ad un drop elevatissimo di 5mm

Al di là di queste due note (più di contorno) non ho trovato nulla di male nella scarpa. E’ davvero ottima e la consiglio.

Hoka Challenger ATR 3 – Test zero:

La prima volta che hanno visto il terreno (e non ho scritto strada intenzionalmente) è stato per una corsa tranquilla nei boschi. Non ho chiesto a loro molto inizialmente. Volevo capirle anche per farmi una vaga idea di quanto poterle spingere. Ho fatto qualche discesa tranquilla e piano. Mi sono trovato bene e soprattutto -importantissimo a mio avviso per una scarpa da trail running-  sereno e sicuro di potere contare su di loro.

Hoka Challenger ATR 3 – IL BATTESIMO:

Hoka Challenger ATR 3 - Test 0Il vero battisimo delle “Hoka Challenger ATR 3” è avvenuto una domenica di pioggia. Scendendo dalla macchina il mi pensiero è stato: piove, andiamo piano e proviamole come si deve. Ho cominciato a correre sotto l’acqua per boschi assieme a loro ed al mio fidato zainetto. Mi sentivo bene e le sentivo rispondere a dovere.

Sempre per la serie “viva la coerenza” appena ho visto la prima discesa mi sono buttato giù come un delinquente senza pensare ad un eventuale domani. Quando sono arrivato in fondo ho provato un piacere immenso per il divertimento. Non mi aspettavo una tenuta del genere.  Le ho “stressate” anche altre volte in questa uscita ed il feedback è stato sempre ottimo.

Avevo due timori non conoscendo la scarpa:

  1. Piove. Quando passeremo da scarpa a blocco di acqua al piede?
  2. Piove. Il terreno prima o poi mi regalerà perle di fango. Terrà?

A fine allenamento ho trovato le mie due risposte:

  1. La scarpa è bagnata, non è pesante ed il piede non è zuppo: OTTIMO!
  2. Il terreno è fangoso, la scarpa è finita -non casualmente- dentro eppure si continua a correre bene: OTTIMO!

Sono partito con l’intenzione di fare una cosa da bravo ragazzo. Ho concluso con un allenamento da delinquente e mi sono divertito come un bambino. Apprezzate il gesto, l’ho fatto per voi e così ho potuto scrivere la recensione. No? 😉

Ecco, non mi sono fidato a buttarmi su pietre pseudo liscie vista la pioggia. Perdonatemi, ma non vorrei rompermi qualche osso.

Hoka Challenger ATR 3 – La scelta:

Il motivo della scelta della “Hoka Challenger ATR 3” è molto semplice. Ho da poco distrutto la “Hoka Challenger ATR 2” ed ho voluto continuare la tradizione: scarpa vincente non si cambia.

Con la versione 2 non è stato subito amore. A dire il vero nemmeno la volevo usare. Poi col tempo il ghiaccio si è rotto ed ho cominciato ad apprezzarla sino a distruggerla. Con questa invece è stato amore da subito. Mi ha anche ridato una cosa che ultimamente mi mancava: la voglia di correre per sentieri in maniera spensierata. Mi fido di lei e so che mi porta dove voglio andare.

Secondo voi -avanti con le scommesse- la porterò per sentieri più impegnativi oppure no? O resterò solamente per luoghi dove regna la tranquillità?

Dove acquistarla?

Personalmente vi consiglio di consulare Amazon e  visonare il prodotto “Hoka One Challenger Atr 3, Scarpe da Trail Running Uomo” perchè il prezzo è davvero interessante. Non vorrete negarvi il piacere di correre comodi vero?

L’avete provata?

Siete riusciti a provare la Hoka Challenger ATR 3? Sono davvero curioso di conoscere il vostro parere.

Hoka Challenger ATR 3