Sipario sul 2016: cambiamenti e quei due sogni che …

Il sipario sul 2016 è in procinto di calare definitivamente. Ormai è proprio una questione di settimane o giorni. Non è stato un anno facile per me e non parlo solamente da un punto di vista sportivo. Molti fattori esterni -uno in particolare- ha scombinato tutto quello che avevo pianificato portandomi a non completare nessuno dei due obiettivi pianificati. Le prime luci sul 2017 hanno cominciato a splendere. Si possono riassumere in tre punti fondamentalmente

Cambiamenti

La novità di rilievo è il cambio di società. Avevo lasciato i Runners Bergamo lo scorso dicembre, ma con ottobre ho preso la decisione di tornare da loro per svariati motivi.

Tornare a casa è sempre una strana sensazione … Ogni esperienza ti lascia dei ricordi … Alcuni sono più forti e così metti decidi di invertire la rotta e chiudere un cerchio aperto lo scorso anno. Che il 2017 abbia inizio perché ho voglia di correre! #runnersbergamo

E’ stato questo il mio pensiero uscito dalla sede del Lazzaretto a Bergamo. Non sono andato una sera a caso. Sono andato quando sapevo di trovare una mia amica per trasformare un semplice tesseramento in un ritorno con molti più valori.

Restando sempre in tema tesseramenti ho preso anche una seconda decisione per il prossimo anno. Ironico che una volta presa la decisione mi è venuta in mente una frase scritta da un ragazzo che conosco su Facebook in un passato non troppo lontano.

Tessera IUTA? No grazie!

La motivazione di base per questa decisione è semplicemente uno e non lo scriverò certamente qua sul blog. Potrei avere un ripensamento per un solo motivo, ma nel caso non sarà una scelta facile e verrà fatta nei prossimi mesi.

E quel primo sogno che …

Le tessere in tasca o le maglie non sono le sole cose a cambiare. Cambiano anche le idee nella mia testa. Nel momento in cui il sipario sul 2016 era ancora distante ho dovuto prendere una decisione non facile.

Dopo una profonda riflessione (vedi Meditazione, scelte, decisioni e la frase che torna in mente) durata la bellezza di 2160 secondi sono giunto ad una conclusione: click! Ecco spiegato quel famoso post che in molti mi hanno chiesto.

… 2160 era il numero che mi serviva …

Per dire tutta la verità quel click non era per la preiscrizione. Quella era già stata fatta con la speranza di essere scartato ed avere il coefficiente doppio nel 2018. Non mi aspettavo l’esito del sorteggio la mattina dopo la chiusura delle iscrizioni e sinceramente non era quello in cui speravo.

E’ stata davvero dura la meditazione nel tempo a disposizione per la conferma. Quella meditazione mi ha fatto riunine tutti i cocci rotti e rimetterli assieme. Qualche ora per vederli da un punto di vista non sportivo con lo zaino in spalla ed il click di conferma è partito.

Si, avete letto bene. Se non succede nulla nel mentre alle 23:00 di quel venerdì sera sarò a Cortina in Corso Italia per prendere il via alla Lavaredo Ultra Trail.

LUT2017? Sembra proprio di si e che la preparazione abbia -nuovamente- inizio!

E poi c’è quel secondo sogno che …

… potrebbe trasformare la LUT2017 in un “semplice lungo” in vista di cosa? Si chiama OUT il mio secondo sogno. Col GTO il sipario sul 2016 sportivo si è chiuso e male con un secondo ritiro nel secondo obiettivo.

So benissimo che non stiamo parlando di una passeggiata nel vero senso della parola. Per chi non conosce l’Orobie Ultra Trail si tratta di una gara da 140Km con 9500D+ e per non fare mancare nulla le Orobie non sono propriamente un territorio facile.

Le motivazioni che mi spingono le conosco ed anche bene. Avevo già in mente di vivere la LUT non come gara, ma come una lunga gita. Nel caso di fare l’iscrizione anche all’Orobie Ultra Trail dovrò veramente vivere il tutto come gita. Sarà l’ultimo lungo prima della grande data del 2017.

Al momento non ho ancora fatto nessuna iscrizione ed il mio obiettivo è resistere sino a fine Maggio e valutare il tutto.

Ricordate ad Agosto quando durante un allenamento sul 317 ho trovato i nastri dell’OUT e li ho tolti? Avevo detto “roadtoout2017: le coincidenze non esistono, ma quel segnale che” ed ora sono ad un dilemma immenso.

Quale? Lascio la O oppure metto una L?

Non si tratta solo di una lettera, ma di moltissimi cambiamenti nel mentre ed in preparazione. Una cosa è certa e non ho molti dubbi: ora conosco dove mi allenerò in vista dei due eventi.

Conclusione

Al momento non ho ancora pianificato nessuna gara -salvo il BVG Trail- quindi non posso ancora dire molto sulla mia preparazione in merito. Sono certo che uscirà un bel nuovo anno sui sassi assieme ad amici e non.

Il sipario sul 2016 è sempre più basso e forse è meglio cominciare a valutare qualche ipotesi di gara e/o piano di allenamento in ottica della decisione finale: elle oppure o?

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi