LUT2017, I bussolotti e lo stato d’animo

LUT2017 e la fatidica domanda

LUT2016 Pettorale 348La LUT2017 aprirà le preiscrizioni domani e devo dire che questo ha portato diverse riflessioni nella mia mente.

Dopo quanto successo lo scorso giugno (vedi Cocci di un sogno da raccogliere: LUT2016) ero rimasto fermamente dell’idea di non provarci nemmeno a vedere l’esito del sorteggio.

Il tempo è passato e fondamentalmente non ho cambiato parere o punto di vista.

Sabato pomeriggio, uno come tanti di quelli che trascorri spensierato, mi e’ stata fatta una domanda:

Come ti sentirai tra un mese senza nemmeno averci provato?

Bella domanda, non facile da trovare la risposta.

Non mi preoccupa tanto il come mi sentirò tra un mese.

Quello che mi preoccupa in ogni caso e’ come mi sentirò quel venerdì sera di giugno.

Cerco di pensarci il meno possibile, ma in questi giorni il tema scotta davvero.

Dubbi, dilemmi ed ansie

cocci-un-sogno-raccogliere-lut2016Tralasciando lo stato forma in questo momento che non rappresenta il mio ideale per affrontare una distanza lunga, quello che pesa di più nella bilancia e lo stato del dubbio e/o ansia.

  • Adesso non sono in condizioni fisiche adatte, ma a giugno?
  • Lo scorso ottobre ero in ottima forma, ma poi a giugno in che condizioni sono arrivato?

Il dilemma -quel venerdì sera- sara’ tra questi due punti cruciali.

  • Sarà una sofferenza minore essere a casa e pensare di essere
  • Sarà un’agonia essere a Cortina in Corso Italia volendo stare a casa

Non posso dire come sia affrontare tutti i 120 Km con un 5800D+ della LUT2016 avendo fatto i primi 48 e basta stando anche parecchio male.

Mi sembra di sentirmi come quando mi sono iscritto al secondo Ironman. Ho fatto un anno con l’ansia della muta vietata dopo l’esperienza della prima volta. Cosa ho fatto di male per vivere tutti quei mesi con un dilemma che logora dentro?

Domani cosa farò?

I prossimi saranno giorni difficili, sopratutto uno in particolare. Mi capiterà di leggere un sacco di post a tema su Facebook o altri Social Network. Anzi, per dirla tutta, sono stato io il primo a consigliarla in questi giorni anche in gruppi di Trail Running stranieri.

In queste ultime settimane ho messo molte cose sui piatti della bilancia. Ho trovato motivazioni sia per ritentarlo contrariamente ai miei pensieri. Ci sono anche quelle che per non ritentarlo.

Il “problema di base” si trova nel sorteggio. Mancano troppi mesi ed ho gia visto cambiare tutto davanti in pochi attimi. Preferisco -in linea teorica- una gara dove posso decidermi anche all’ultimo sapendo di stare bene. Purtroppo su certe gare non e’ possibile farlo e questo preclude delle scelte e sogni per il prossimo anno.

E poi ci sono gli amici che…

Passo Giau LinguacciaMentre la tua mente trova la serenità e si convince razionalmente del non fare il sorteggio un WhatsApp arriva fresco e senza problemi sul mio cellulare:

Per la LUT2017 che fai? Io volevo rifarla!

E se, quando rispondi di non volerlo fare per non portare via il posto a nessuno, ti senti dire

Il sorteggio potresti sempre provarlo mal che vada non completi l’iscrizione al momento di pagare! Comunque il posto viene riassegnato!

capisci che hai proprio ottimi amici che non ti portano per la cattiva strada, ma per ottimi sentieri.

Diciamo che al momento voglio restare col ricordo di me che faccio una linguaccia la domenica pomeriggio e non col pensiero negativo di me sabato mattina che trascina i bastoncini sino al Lago di Misurina e poi sino all’Auronzo per dire le tre fatidiche lettere che nessun atleta vorrebbe dire: DNF.

Proverò a resistere davvero al richiamo della LUT2017 perché forse in fondo e già stato scritto da qualche parte che non devo vedere le Tre Cime in circostanze agonistiche.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi