Primiero Dolomiti Marathon: si riparte da qua!

Primiero Dolomiti Marathon - TraguardoPrimiero Dolomiti Marathon è la corsa che ho fatto sabato scorso.

Ho deciso di iscrivermi proprio all’ultimo minuto. Una decisione presa solamente dopo il rientro da Cortina in seguito al ritiro alla LUT. ( vedi Cocci di un sogno da raccogliere: LUT2016)

Una gara bellissima, organizzata benissimo in tutto -o quasi- per tutto. Una distanza a me familiare e molto amichevole. Una Maratona è una gara che so gestire e correre bene.  Una così per me è la prima volta.  Correre per boschi, sentieri e salite mi viene facile e bene. Un conto però è l’allenamento da correre. Un conto è farci una gara intera.

Sarò veloce sulla corsa. Ho già fatto “di fretta” l’altro giorno. Sono partito subito quasi aggressivo. Ho staccato i miei amici dal via. Ho preso il mio ritmo e l’ho portato subito a regime.

Sentivo la giornata dentro di me. Sentivo le gambe a regime. Sentivo il richiamo dei 42Km battermi dentro come non sentivo da tempo. Sentivo di dovere correre senza guardare il cronometro. Sentivo di dovere guardare l’ambit solo per la distanza ed il dislivello. Sentivo -e sapevo- che ogni altro dato non mi sarebbe servito a nulla.

Primiero Dolomiti Marathon - AttaccoSentivo l’asfalto, i sentieri, i sassi, le salite e le discese. Era tutto in armonia con me stesso. La concentrazione era alta ed è rimasta tale per tutto il tempo in gara.

Nonostante tutto sono riuscito a cadere verso l’ottavo chilometro. Una caduta che normalmente avrei evitato, ma le Hoka da trail non tengono come le mie solite scarpe. A parte qualche graffio sono uscito indenne. Il ginocchio ha dato problemi solamente la notte dopo con qualche dolore risolto con del ghiaccio ed una pomata.

Non mi sembrava vero di correre in questo modo. Erano mesi che non mi sentivo così bene. Sarei andato avanti ancora a correre, ma l’idea di mangiarmi un gelato in quel di Primiero dopo il traguardo mi piaceva molto. Così mi sono fermato. Ho sempre attaccato le salite, le discese ed i falsi piani. Non ho mai mollato ed i risultati si sono visti arrivando così felice al traguardo.

Un finale gestito bene sia in termini di ritmo che di progressione. Le gambe stavano bene e così ho chiesto a loro di andare come sanno fare. L’hanno fatto e di questo sono grato. Fiera di Primiero era lì. Bisognava solamente andare e ci sono arrivato benissimo.  Inaspettata la tifoseria finale che mi ha fatto mettere la marcia in più in vista di “oltre” il traguardo.

Una rivincita sui 120Km non conclusi della LUT? Non ho idea sinceramente. Sicuramente un punto di partenza per le nuove avventure o sogni di questo 2016. Nel mentre cercherò davvero di capire cosa fare nel corso del prossimo anno.

Primiero Dolomiti Marathon - AltimetriaPrima -ad inizio del post- ho scritto un “quasi” come organizzazione. Ho trovato una sola pecca in tutto. Bellissima discesa in single track e non lo si può negare. Il vero problema è stato trovare la coda della 26km  e dovere chiedere continuamente strada. Un sacco di cambi di ritmo e sorpassi da gestire bene per non mettere a rischio prima gli altri e poi me stesso. Spero che l’organizzazione colga atto da questa riflessione e prenda “provvedimenti” per le future edizioni.

Un single track sul quale ho rischiato di farmi male per un perfetto idiota. Questo genio prima mi ha preso lo zaino, tirato indietro e poi spinto di fianco.  Mi spiace solamente non essere riuscito a vederlo perché intento  a stare in piedi senza ammazzarmi. In compenso gli ho augurato ogni bene a lui è tutto il suo albero familiare.

Resta il fatto che questa Maratona è stata fantastica. Ottimo percorso in un paesaggio da togliere il fiato, percorso segnato in modo da non lasciare dubbi ed infine un sacco di personale sul percorso a fare assistenza. Vogliamo trascurare i ristori? Assolutamente no!

Se questo è quello che uscito dalla prima edizione della Primiero Dolomiti Marathon non oso immaginare per la prossima con la speranza di esserci e migliorare questa esperienza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi