226Km di emozioni da vivere ricordandole

226Km IMLanza Finisher226Km. Una distanza o meglio un “numero simbolo” per tutti coloro che fanno Triathlon ed hanno preso in considerazione -o anche solo guardato- la distanza Ironman. Si tratta della somma  dei 3.8Km di nuoto, dei 180Km in bici di  corsa ed infine i  42.2Km della Maratona. Un viaggio che ti lascia un segno incredibile dentro. Se vissuto in un luogo magico ti cambia dentro e nel profondo.

Era sabato 17 Maggio 2014. Un sabato come tanti per molti. Per me non lo era. Per me -dopo mesi di preparazione intensa- era finalmente arrivato il momento di affrontare l’Ironman di Lanzarote. Quel viaggio che in 226Km è riuscito a cambiarmi dentro tra emozioni, riflessioni e difficoltà “fuori programma” vissute nel tracciato di gara.

Oggi ho portato il mio terzo ironman. Essere finisher a Lanzarote ha un significato molto diverso da Klagenfurt! In questa isola ho imparato moltissimo. La gara è veramente dura, ma ti ripaga di emozioni uniche metro dopo metro. Anche essere stato ( tanto ) male durante la Maratona è stato il ” conto di fine giornata ” ma una volta saldato, mi ha lasciato passare sotto il traguardo! Non nego la difficoltà, ma questo Ironman ha il suo fascino perché ti porta a vivere la ” solitudine nel inferno ” e cominci a guardarti dentro e riflettere! Grazie mille isolotto, ora sei nel mio cuore ( e nello acido lattico )

E’ stato quello il post di sintesi scritto su Facebook a fine gara. Non nego un senso di profonda nostalgia  per quel momento. Lanzarote è stato il mio ultimo Ironman e mi manca.

226Km IMLanza MedagliaQuando dico ad amici che ora mi dedico alle Ultra  non mi credono. Secondo loro è solo un momento transitorio e poi riprendo. Non ho idea  se succederà davvero oppure no.  Quello che so benissimo è che nel caso l’isolotto sarà la mia meta.

Ho dei ricordi precisi di quelle 13h 51m vissuti nella solitudine di me stesso attraversando per 226Km ogni aspetto di me stesso compresi quelli sconosciuti. Un susseguirsi di immagini, emozioni e pensieri senza sosta.

Ci sono anche dei ricordi “stupidi” legati a quei giorni che centrano poco con la gara, ma si sono     “intrecciati” alla mia vita proprio in quel periodo. Forse senza questo viaggio non sarebbe successo. O forse si? Non ho idea, ma sono felice che siano successi.

Ho poche certezze, ma tra queste è che un viaggio a Puerto del Carmen e Parco nazionale Timanfaya voglio farlo     e spero il prima possibile. Aspettate, le mie vocine mentali da “Ironman” di farlo l’anno prossimo e  replicare l’esperienza. Grande idea, ma chi spiega a loro che prima dovrei imparare a nuotare?

226Km che oggi si sentiranno nel profondo assieme alla nostalgia.
226km che due anni fa ho sentito tutti dal primo metro all’ultimo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi