[Trail] S1 Trail – La Corsa della Bora

AhybRJZFN_axqiGkczqgcZwdNfuk7MFhC7K_9fPisn9XEra il 30 di Luglio quando ho deciso di iscrivermi alla prima edizione del “S1 Trail – La Corsa della Bora” perchè dopo avere visto il sito non ho visto resistito al fascino delle fotografie. Il tempo non scorreva più e la voglia di arrivare all’epifania per provare questa nuova esperienza cresceva in modo esponenziale.

Il trail è partito dal centro di Muggia e dopo un primo tratto in prevalenza d’asfaltato si comincia a “giocare” sul Carso. Avevo letto diversi post e sentito diverse persone parlare della roccia carsica. Solo durante questa gara ho capito cosa si prova davvero a correre in questi luoghi.

Il Carso non è il mio terreno ideale. Le pietraie non sono il mio luogo preferito per correre. Ho da imparare tanto ancora nel mondo del trail e nella lista ho anche proprio imparare a muovermi in terreni simili. Prima o poi dovrò riuscirci senza ammazzarmi. Ora non ho nemmeno più l’imparante trail a cui stressare l’anima 😛

Parliamo in sintesi della gara? Un 53Km con 2000D+ che poi si è tramutato in un 56Km con grande piacere nel correre 3Km in aggiunta allo stesso prezzo! Un “correre” relativo perchè tra i tanti su e giù il ritmo veniva spezzettato parecchio e sono anche fuori allenamento in questo periodo e dovrò rimediare nei prossimi mesi.

Screen Shot 2016-01-08 at 15.59.53Il paesaggio è stato veramente vario ed emozionante. Non smetteva mai di stupire e lasciarti senza parole o fiato. La prima metà è stata la più bella e più dura, ma anche la seconda parte non era da sottovalutare. Vedere il golfo di Trieste dall’alto è stato stupendo. Da ora in avanti rivedere o ripensare a quei posti sarà tutto diverso.

 

Ho anche delle critiche sulla gara? Si e sono le seguenti

  1. Altimetria sul pettorale : metterla frontale ed al contrario è meglio per chi corre. Inoltre era sbagliata se la guardare bene! Il km 33 c’è due volte e da li le indicazioni k verticali con quelle orizzontali fanno a botte
  2.  Qualche controllo chip in più non farebbe male anche perché ho visto gente che avevo passato apparirmi davanti in modo misterioso ( ma io spero di essermi distratto e non averli visti passare )
  3.  Piuttosto che la sacca a metà ( che in una 50km è inutile e metti la roba nello zaino) avrei preferito una sacca alla fine con dentro SOLAMENTE il ricambio post e cose x la doccia

Ora non mi resta che attendere la prossima edizione e vediamo cosa succederà di bello. L’organizzazione ha le carte in regola per fare risultati e dovrà giocarle al meglio.

Ho letto alcuni pareri negativi sulle navette, ma non avendole usate non posso confermare o smentire. Per quanto riguarda altri commenti sul non ristoro finale posso dire che non mi sembra la fine del mondo. Il buono per mangiare era presente  e bastava andare nei locali convenzionati a fianco dell’arrivo. Se proprio volete provare “esperienze migliori” vi consiglio gare come l’Eiger dove l ristoro finale era del tea & biscotti senza buoni con una gara che è costata in doppio.

10866_10153885376665513_8120774286594757431_nDimenticavo i miei complimenti per i ristori sul percorso perchè veramente ben forniti di tutto e di più. Purtroppo non ho potuto onorarli a pieno altrimenti mi sarei fermato ai primi senza giungere al traguardo.
A fine serata il mio pensiero assieme alla foto della medaglia da finisher è stato il seguente: “Ogni viaggio ha la sua fine ed anche oggi è giunto al termine! Un viaggio stupendo attraverso il Carso anche se le pietre non sono il mio terreno ideale. Un viaggio particolare perché avevo un bracciale da portare al traguardo e l’ho fatto. Grazie ^^

Link: Strava

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi