Un anno di cambiamenti ed amarezza

Iscrizione100KmPassatore2015Oggi gira male, non è la giornata adatta forse per scrivere un post sul blog. Oggi però non è un giorno proprio a caso. Ricordo benissimo il “19 dicembre 2014” perchè ha avuto un significato particolare nella mia vita sia privata che sportiva.

Dopo la giornata assieme ad un mio amico la sera qualcosa è cambiato dentro me. Ho preso il portatile ed ho effettuato quel click che mi ha portato ad essere quello che sono ora. Erano anni che sognavo di partecipare alla “100Km del Passatore” e nonostante ” Il “non” Passatore 2015 ” sono contento di averci provato. Ho scoperto il mondo delle ultra maratone, tantissime nuove persone e nuovi amicizie.

Oggi mi sono svegliato sapendo bene che non sarebbe stata facile e la corsa ha tirato tutto fuori. Ho corso poco questa mattina, ma quanto basta per riportare tutto alla mente come una ferita fresca. A questo si è aggiunta l’amarezza di domenica scorsa ( Maratona di Reggio Emilia 2015 ) per una Maratona non andata come doveva. Il lato razionale ha capito benissimo che non dovrei lagnare ulteriormente, ma quello sportivo proprio no.

Reggio Emilia 2015Ho visto questa foto in mattinata e credo non ci sia modo migliore per riassumere il mio pensiero sulla gara di domenica: ” Ho fallito, ho perso … nulla da fare … questa volta ha vinto lei! Non sono stato degno di difendere la mia regina come avrei dovuto questa volta! ” Testa bassa in segno di delusione e non per concentrazione. Questo lo so benissimo io.

Se ripenso all’iscrizione al passatore e quello che mi ha spinto di fondo torno sempre a Reggio Emilia quando ho tentato di correre dopo una settimana di dissenteria abbondante ed influenza. Anche li ero deluso, ma è passata “alla svelta” sapendo bene che dovevo restare a casa. Oggi sono andato a rileggermi il post che ho messo nel pomeriggio di quella domenica mentre mi dirigevo all’auto

Quello che provo per la Maratona é troppo forte per smettere di combattere e ritirarmi ed é per questo che oggi l’ho finita. Saprei cosa dire, ma non lo voglio dire. Posso solo lasciare il tempo a parecchie notti di sonno e di riflessioni prima di poterla accettare e rielaborare. Ho da pensare parecchio a tema e questa é una necessità!

Ignoravo benissimo che cinque giorni dopo mi sarei avventurato su una nuova strada tutta da scoprire. Anche oggi a distanza di un anno ho parecchio da pensare, da riflettere e da rielaborare. Il nuovo anno è già pianificato come gare grosse, ma so che dovrò darmi da fare per ritornare in questo “girone infernale” di contorsioni mentali.

Chiuderò – o meglio ho già chiuso – l’anno senza nuovi personali cronometrici e questo mi rode parecchio. I nuovi personali che mi porto nel nuovo anno da battere sono quelli sulla distanza legati al mondo delle ultra. Alla fine o scegli velocità o scegli distanza. Non sono ancora al punto da potere fare distanza velocemente come vorrei.

Col nuovo anno per quanto riguarda la strada vorrei provare a portare la capacità di corsa di una Maratona su una 50km, ma visto l’andazzo di domenica mi prende male l’idea. Forse prima dovrei riprendere quella confidenza con la Maratona e tornare in intimità con lei? ù

Onestamente non lo so. Perché quello che voglio più di tutto è raggiungere nuovi obbiettivi / traguardi nel mondo del trail running e li – fortunatamente – il cronometro sono riuscito a lasciarlo ancora fuori e spero che resti così a vita!

La sola certezza è che nel nuovo anno mi porterò tantissime cose belle che mi ha regalato questo anno da cui partire per costruire qualcosa in più con un punto di partenza migliore. O almeno, questa è la teoria poi vediamo come la metterò in pratica!

Soffrirò? Mugugnerò? Avrò da digerire bocconi amari? Si ed anche tanti molto probabilmente viste le mie ambizioni ed il conoscere me stesso “in clausura” quando sono in preparazione. La certezza è che avrò chi mi supporta (e sopporta) nelle mie “sanissime idee” che prendono vita nella mia mente di volta in volta!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi