[Running] Pensieri solitari del mattino

Mancano 8 giorni alla Dublin Marathon 2011 ed ormai quello che ho fatto (=praticamente pochissimo) è fatto ed è giunto il momento di andare a raccogliere i frutti ed assumerci le proprie responsabilità.

[…] … Ultima “corsa lunga” pre Dublin Marathon. Non so ancora quanto correre, l importante è tenere un passo lento veramente! Al via lo scarico per le gambette prima di scoprire la verità e vedere se hanno ragione gli “amici” o io … […] 

Mi sono alzato presto, una colazione leggera e vado a cambiarmi. Prima di uscire vengo fermato da mamma. Sapeva che oggi avrei provato l’abbigliamento per la Maratona. A quel punto le sorge spontanea una domanda: non vorrai correre così a Dublino visto il clima? … 😀

Erano circa le 08:50 di questa mattina quando ho cominciato a correre il mio primo allenamento di scarico. Nonostante un “certo amico” fosse convinto di un mio allenamento a ritmo sostenuto oggi ho fatto veramente il bravo impostando un passo di scarico e sono riuscito a mantenerlo sino alla fine.

Non ho corso tantissimo ed alla fine sono anche contento che sia andata così. Sembra assurdo dirlo, ma ho più “male di gambe” ora che domenica scorsa quando ho fatto il personale in Mezza Maratona ([Running] Maratonina di Cremona 2011) e negli allenamenti della settimana.

Ho scelto un percorso con pochissimi incroci e rettilinei veramente lunghi in modo da rompere il meno possibile il passo già “difficile” da tenere in quanto non mio.

Quello che mi ha fatto veramente piacere è stato il “vuoto” di parecchi chilometri dopo il primo terzo di allenamento. Ho cominciato ad ascoltare il silenzio che arrivava dai campi e dalla natura. Da lì in poi ho cominciato a riflettere su tantissime cose. Alcune sportive ed altre no, ma il pensare mi ha fatto bene.

Oggi ero solo come sarò “solo” durante la Dublin Marathon e dovrò corazzare la mente come oggi per gestire in “modo corretto” tutta la distanza da correre.

[…] Non si corre solo per portare a casa “Distanza/Passo” … oggi ho corso senza accorgermi di vivere una riflessione profonda: GRAZIE ASFALTO! […]

E con questo passo e chiudo il racconto del giorno. La sola curiosità è quanto e quando correre questa settimana. Adesso ci faccio una pensata delle mie e poi valuto 🙂

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi