[BDC] Hakuna Matata W17D3

Non so cosa mi sia successo oggi, ma è qualcosa di memorabile! Sarà l’effetto “3 Iniziale” nel conteggio alla rovescia o sarà la voglia di fare al meglio il lavoro di velocità in bici da corsa? Onestamente non lo saprò mai, ma credo sia giusto restare con questo dubbio!

Uscito dal lavoro alle 14:30 mi sono rilassato un attimo tra commissioni varie ed un buon caffè. In quei momenti mi ha preso una buona dose di sonno e sinceramente non volevo uscire. Resisti sveglio, hai appuntamento con l’amico K! Purtroppo K non ha potuto raggiungermi e così sono uscito da solo e forse è stato un bene.

[…] ‎… Altro che mettersi giù e spingere il rapporto, appena mi allungo sulle prolunghe io mi addormento! …  […]

A questo punto amici simpatici hanno proposto di mettermi le puntine invece del nastro sul manubrio e/o di levarmi la sella. Non ho parole! Fortuna che il saggio Ame ha espresso la sua perla di saggezza:

[…] basta che ti risvegli per la maratona finale 😉 […]

E come dargli torto al ragazzo? Ora però veniamo all’allenamento vero e proprio, che è meglio 🙂

Dal punto di vista teorico è molto semplice anche da ricordare:

  • Riscaldamento: 16 km
  • Main: [ 3 minuti in posizione a spingere / 2 minuti di relax ] * 5 volte
  • Defaticamento: 16 Km

Tralasciamo che a causa del traffico locale ho fatto un riscaldamento veramente osceno! La parte difficile è stata pensare ad un rettilineo con pochi incroci dove ho la precedenza per fare la parte di velocità. Per lo meno trovare dove fare i 3 minuti senza doversi fermare. Devo dire che ci sono riuscito a trovare il tracciato. Peccato solo che l’ultima parte veloce è stata interrotta sul finale da una macchina uscita dal nulla e per di più contro mano. Si tranquilli, gli ho esposto molti pensieri!

Ora vi metto di seguito due grafici interessanti.

Distanza/Velocità (split di 250m per cercare di mostrare i ritmi il più possibile)
Tempo/Velocità ( split di 1 minuto )

Come potete notare però il grafico contiene una sesta fuga non in programma. Che è successo? Ho incontrato l’amico K e credo che prima o poi devo imparare a stare zitto. Gli ho detto tempo e distanza e così ha cominciato a spingere. Mi sono messo dietro e via. Fatica zero! Arriviamo ad un incrocio ed una volta oltre ci affianchiamo …

[…] ‎… Indurire il rapporto, mettersi in posizione, uscire in silenzio, superare scattino a 40km/h dal nulla e metterlo nella mia scia non è stata l idea migliore di oggi … […]

Il ragazzo si è definito “Piacevolmente sorpreso … Anche perchè’ la prossima volta testiamo i 45km/h :))))))” ed ha proposto nuove idee per i prossimi allenamenti. Non so come mai ad Andrea queste idee non piacciono per nulla!

Ora vi lascio un video che a me è piacito moltissimo e secondo me ha contribuito a darmi una buona dose di carica:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

A domani 🙂

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi