[Nuoto & Running] Hakuna Matata – Giorno 2

Come avevo accennato nel post di ieri sera oggi era una giornata importante per me. Ho effettuato la prima corsa della preparazione. E’ stata veramente emozionante perchè ho avuto modo di riflettere su quello che mi ha detto ieri sera un mio amico. Lui non lo poteva sapere, ma dopo l’allenamento di domenica ero un attimo giù di morale e ieri sera invece ero veramente felice.

Nuoto: L’emozione di arrivare in piscina e vederla completamente vuota è unica. Mi dispiaceva quasi immergere gli occhialini per bagnarli e rompere l’acqua. Una volta immerso ho cominciato il riscaldamento in tutta tranquillità. Il problema era la serie centrale composta da un “50 * 10” e come sapete benissimo io ODIO le serie brevi, figuriamoci cosa penso delle brevissime. Diciamo che su dieci serie solo una mi è uscita “male” chiudendo pochi secondi sopra la media delle altre. Il crono non mi interessa sinceramente, però mi da soddisfazioni vedere che i miglioramenti sono arrivati e la fatica si riduce. Una volta finito l’allenamento ero felice ed ho aggiornato il mio profilo su FaceBook scrivendo: “‎… Non amare le serie da 50m non vuole dire arrendersi, ma solamente diventare cattivo e rendergli la vita veramente difficile …” e credo di non dovere aggiungere altro.

Running: Il bello di questa tabella è che mi dice quanto tempo devo correre e non quanti chilometri. Metodologia di allenamento diversa da quanto seguito sino ad ora, ma credo che sia un bene. In questo modo riesco a gestire le gambe in corsa a “sensazioni” piuttosto che imporre a loro una distanza dando stress o per i ritmi o per il carico da compiere. L’idea era di fare una bella corsa in mezzo alla natura, ma avendo da cucinare nel post corsa ho preferito andare su asfalto. Perchè? Se corro tra la natura mi dimentico di quello che faccio ed andrei avanti all’infinito.

Nonostante fossi su asfalto ho pensato moltissimo. Tra questi pensieri erano vive le parole del buon Francesco. Alla fine ho avuto una bellissima dimostrazione pratica che chi ama veramente lo sport e ti è amico non guarda che colori di maglia indossi o per chi sei tesserato. Da amico sa quali sono i tuoi sogni e cerca di darti consigli ed aiuto per andare a prenderli. Che altro dire? MI PIACE!!!

Devo dire che correre a tempo è piacevole ed i 40 minuti sono volati via in un attimo. Alla fine ridendo e scherzando ho fatto 9.09km (4.27/km) in tutta tranquillità e senza il minimo sforzo.

Ed ora preparo la sacca per domani … si porta a spasso Sally domani ed approfitto per sciogliere le gambe il più possibile. Buona serata a tutti 🙂

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi