[Running] Brooks Glycerin 8

Le “Brooks Glycerin 8” sono entrate nel mio parco gomme come rimpiazzo alle NB1064 come scarpe da gara per la stagione 2011. Ho aspettato ad usarle per inserire distanza nelle “Saucony Progrid Ride 2” e poi ho dato il via alle danze con loro.

Per ingannare l’attesa della messa in strada ho cominciato a documentarmi sulla tecnologia principale usata per la loro realizzazione. Quando l’ho vista non ci volevo credere perchè mi sembrava assurda. Si chiama DNA e permette alla scarpa di adattarsi grazie ad un materiale particolare alla corsa veloce o alla corsa lenta. In pratica la consistenza di questo materiale varia in base all’impatto col terreno e la risposta della scarpa è differente. Credete sia tutta teoria?

Come primo compitino vi invito a visitare la pagina ufficiale della “Glycerin 8” e visionare le diverse tecnologie usate per rendere questa scarpa un modello unico.

Ed ora? Vi racconto la mia esperienza su strada dopo avere superato il muro dei 100km! Pronti? Allora comincio 🙂

Onestamente non ho la minima idea cosa dirvi. Se penso a lei mi viene in mente “doppia scarpa ma non tripla” e scommetto che vi viene da ridere vero? A mio avviso il DNA funziona veramente bene ed è per questo che la definisco doppia scarpa.
  • Scarpa veloce: Appena si prova ad aumentare il proprio passo il DNA trasforma la scarpa rendendola veramente reattiva. La reattività non si sente nelle gambe e nemmeno nel piede in quanto la scarpa è contiene il piede in maniera perfetta. Inoltre, da non sottovalutare, la scarpa diventa reattiva ma non secca e quindi il suo principio di ammonizzazione resta valido.
  • Scarpa lenta: Vale lo stesso principio della  velocità, ma al contrario. Il DNA trasforma la scarpa in super morbida rendendo piacevole qualsiasi distanza. Anche in questo caso il piede resta perfettamente protetto e non si sentono gli impatti col terreno. 
Giustamente vi state chiedendo come si comporta nella situazione intermedia, vero? Personalmente non ve lo so dire. Visto il mio tipo di ritmo in corsa la scarpa tende a trasformarsi in versione “scarpa veloce” e mi è difficoltosa la ricerca del mio passo naturale. Riesco ad avvicinarmi al “passo relax” rallentando la mia corsa. Questo perchè e cosa significa? Perchè è proprio la scarpa che ti porta avanti la corsa in ogni situazione e riduce lo sforzo in corsa. Volete la traduzione di questo paragrafo: LA SCARPA E’ SEMPLICMENTE FANTASTICA CONFERMANDO TUTTE LE ASPETTATIVE!
Se non siete convinti di quanto detto sul DNA vi invito a visionare il seguente video che spero vi lasci a bocca aperta come è successo a me la prima volta che l’ho visto:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Brooks DNA adaptive cushioning technology
So che il video è inglese, ma non ho trovato l’equivalente in italiano. Vi basta vedere le immagini per innamorarvi del DNA!
Per concludere non può assolutamente mancare un doveroso grazie di tutto cuore al negozio “Olimpique S.R.L. – Vicolo Mandelli 4/A – 24047 Treviglio (BG)” che mi ha consigliato queste scarpe che probabilmente non avrei preso in considerazione. Che dire? I ragazzi dell’Olimpique sono veramente in gamba e sono fiero che siano il mio “gommista” di fiducia! 🙂

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi