[Nuoto] Riflessione sulla gambata

Allenamento semplice e veloce di nuoto in pausa pranzo con lo scopo di sciogliere le gambe.

  • 300
  • [100 – r15”] * 5
  • 200
In questo allenamento ho provato a concentrarmi sulla gambata e posso riassumere il tutto in una parola: OSCENA!
Ho perso tantissimo in questo periodo e spero di riuscire a recuperare. La sola cosa positiva è che riesco a tenere le gambe veramente vicine. Da cosa lo capisco? Riesco a sentire le caviglie sfiorarsi e questo è bene. Riesco anche tenere in asse il piede col resto della gamba e fare partire il movimento dall’anca.
Dove si trova il problema? Semplicemente nell’escursione minima della gamba in acqua. Lo sforzo è immenso e la resa è praticamente nulla. La sola gambata che mi esce “decentemente” è la spinta dal bordo vasca quando sono nella fase acquatica. 
Ed ora? Ci pensiamo giovedì, domani si corre e basta! Buona serata a tutti … io vado a fare il corso di portoghese … eh .. che bei momenti di vita -.-

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi