[Triathlon] Sai di essere un triathleta quando …

Sabato, durante il viaggio verso il Brasimone, è uscito il riferimento a queste frasi. Così ho deciso di andare a cercarle ed eccole qua 🙂

Lo so che “non è recentissima” però non poteva mancare proprio ora 🙂 La cosa più preoccupante è che molte sono vere nella vita reale di un triathleta  … o almeno nella mia 😛

  • Quando ti chiedono l’età, rispondi 20-24.
  • Quando ti chiedono quanto lungo è stato l’allenamento di oggi, rispondi 3-4 ore.
  • Il tuo allenamento è limitato più dal tempo a disposizione che dalla distanza da percorrere.
  • Il tuo primo pensiero appena sveglio è qual è la tua frequenza cardiaca a riposo.
  • Vai a correre nonostante vi sia un temporale e godi ad essere bagnato e sporco.
  • Pensi che sia normale fare i propri “affari” dietro un albero nel bosco.
  • Prendi parte alla sfida sociale per aumentare le tue prestazioni di base.
  • Fai 5 km di corsa di defaticamento dopo una gara di 5 km solo per poterla chiamare sessione di allenamento.
  • Consideri andare al lavoro, il tempo di recupero fra gli allenamenti.
  • Quella cosa dura fra le tue gambe di solito è il pull buoy.
  • Mentre guidi l’auto, hai una borraccia d’acqua.
  • Ti sei dimenticato come si beve dal bicchiere.
  • Passi le tue 2 settimana di vacanza annuali ad uno stage di allenamento.
  • Sai al volo quante proteine contiene ogni barretta energetica.
  • Stai seriamente pensando di chiedere la cittadinanza di Tonga, Jemen o Ciad, così da poter partecipare alle Olimpiadi.
  • Quando ti lodano perchè sei in grado di correre per 30 km, ti senti insultato.
  • D’estate le tue gambe sono più lisce di quelle della tua ragazza.
  • Anche d’inverno, le tue gambe sono più lisce di quelle della tua ragazza.
  • Ti serve una foto per un curriculum, ed hai solo foto di gare.
  • Usi t-shirt da running per pulire la tua bici.
  • Quella deliziosa “colonia” che porti per andare al lavoro è cloro.
  • Fai più docce in uno spogliatoio che a casa.
  • 6:30 del mattino è poltrire a letto.
  • Il cane corre a nascondersi quando prendi il guinzaglio per uscire.
  • Pensi che vi siano solo due stagioni in un anno, agonistica e off.
  • Ti radi troppe parti del corpo per un uomo.
  • Non sai cambiare l’olio dell’auto, ma puoi completamente ricostruire la tua bici in 45 minuti.
  • Spendi più soldi in capi tecnici, che in abiti.
  • Perdi 7 giorni girando 8 negozi in 4 diverse città prima di comprare un paio di scarpe da running da gara, ma ti basta un pomeriggio per entrare in un concessionario ed uscire con l’auto nuova 4 ore più tardi.
  • Vedi una signora che annaffia i propri fiori e le chiedi in prestito il tubo di gomma per un minuto per riempire le borracce.
  • Pulisci più spesso la bici che l’auto.
  • Sei stato punto in bocca da un ape o una vespa, ma continui a correre o pedalare, perchè ” i miei intermedi non caleranno da soli “.
  • La tua macchina puzza come uno spogliatoio.
  • Hai in macchina tutto ciò che ti occorre per essere a nuotare, pedalare o correre con un preavviso di 5 minuti.
  • Quando ti chiedono di tagliare il prato con una temperatura di 32 gradi, rispondi che è troppo caldo per farlo (e ci credi) e poi un’ora più tardi esci per una pedalata di 100 km perchè è così bello fuori.
  • Dici ai tuoi colleghi che farai un “combo fuori” domenica e ti aspetti semplicemente che loro sappiano di cosa stia parlando.
  • Quando un tuo collega ti chiede se gareggi nel fine settimana, rispondi ” sì, ma faccio solo una 10 km, perciò non è VERAMENTE  una gara”.
  • Consideri la sella della bici il tuo “divano”.
  • Consideri le barrette uno dei quattro gruppi di nutrienti.
  • Hai mal di stomaco alle 2 del mattino e controlli l’etichetta sulla bottiglia di Maalox per verificare l’apporto calorico ed il contenuto di carboidrati, grassi e proteine.
  • Hai una scorta di borracce, spille da balia e t-shirt.
  • Ti piace andare a nuotare il giorno dopo una gara con i numeri marchiati ben visibili su braccia e polpacci, perchè ti sembrano come medaglie.
  • Hai dei problemi a mantenere il pranzo sotto le 2000 calorie.
  • Di solito ti svegli alle 5 del mattino, ma non vai a lavorare fino alle 9.
  • Hai una bici da 4000 Euro sopra il tetto della tua auto da 3800.
  • Non hai nessuna difficoltà a spingere l’apporto calorico quotidiano oltre le 7000 calorie.
  • Sei sempre bagnato! Sia di sudore che acqua, acqua di piscina, acqua di mare, acqua della doccia, acqua del bagno o della p****ata là sotto!
  • Invece di  Donna Moderna,  Chi?   e  Grazia,  hai pile di Runner’s World in bagno.
  • Nella tua auto hai almeno un porta-barrette e due completi da allenamento!
  • L’idea di gioco dei tuoi figli è una gara di bici e corsa, seguita da barrette energetiche, borracce d’acqua e cerimonia di premiazione.
  • La tua lavanderia puzza continuamente come se qualcuno vi avesse chiuso a chiave il gatto la notte prima.
  • Esci di casa la mattina con la borsa del nuoto in una mano, la bici su una spalla, un cambio di vestiti in un’altra borsa, la roba per correre in una terza, nel caso riuscissi a fare un allenamento in pausa pranzo.
  • Saluti gli altri ciclisti, perchè tutti i triathleti sono amichevoli e se non lo sono, probabilmente sono dei ciclisti “puri” che cercano di passare al triathlon e non sanno che i triathleti sono amichevoli.
  • Hai non una, non due, ma tre cicatrici permanenti da anello di catena sulla tua scarpa destra.
  • Cammini lungo una strada e segnali sinistra.
  • Non riesci a decidere quale t-shirt indossare alla prossima gara.
  • Hai molte più scarpe tu nella scarpiera che la tua tri-moglie nella sua.
  • Il tuo vestito buono ha Orca scritto sul torace.
  • Indossi il cardio mentre fai sesso…e ti mantieni nella giusta zona HR.
  • Senti “T2” e non pensi al film…
  • Quando i “preliminari” sono 15 minuti sui rulli.
  • Il tuo soggiorno ha la cesta “nuoto”, quella “corsa”, quella “bici” e quella “sala pesi”, esci di casa e scegli “il genere” che più ti gusta…come quando fai la spesa o sei a mensa..
  • La tua dispensa è organizzata in “proteine”, “carbo”, e “eccetera”.
  • Ti porti una bottiglia d’acqua ad una festa, così da essere debitamente idratato per il lungo della mattina successiva, anche tutti gli altri alla festa si sono portati la loro bottiglia d’acqua perchè non hai una vita sociale al di fuori del triathlon. Oh sì, tutti arrivano per le 19 e se ne vanno entro le 22.
  • La tua azienda annuncia giorni di chiusura obbligatoria non retribuita – ogni venerdì per tutta l’estate – per abbattere i costi ed evitare la chiusura, e la tua risposta è “Grande! Ora posso fare due allenamenti duri nel weekend ed un giorno di recupero”…ma non lo fai!
  • Tuo figlio di 8 anni arriva a casa con il record della scuola sul miglio e dice di averlo ottenuto mantenendo un buon ritmo che gli era congeniale…tutti gli altri sono morti.
  • Riempi le borracce dei tuoi figli di Endurus anzichè di Gatorade blu.
  • Chiedi a tua mamma, tua sorella e tutte le amiche consigli sulla depilazione. No, aspetta, loro ti chiedono consigli!
  • Dici di essere stato ad una gara domenica scorsa…e qualcuno risponde “Bici o corsa?” e sei di nuovo costretto a spiegare…
  • I tuoi colleghi ti sorprendono con un pasto King size di Burger King, e tu puoi sorridere e spiegare loro che non avrai nessun problema a smaltirlo tornando verso casa.
  • Indossi il costume sotto il vestito, per fare una transizione veloce da lavoro a nuoto nella pausa pranzo.
  • Ti presenti in body da gara in sella alla tua bici alla piscina di quartiere, e metti in imbarazzo le tue figlie adolescenti.
  • La tua idea di fast food  è una barretta energetica e Gatorade.
  • Qualcuno ti porge un bicchiere d’acqua e deve trattenerti dal versartelo in testa.
  • Ti sorprendi a soffiare via un razzo di moccio mentre cammini per l’ufficio.
  • Ti dimentichi che parlare di LSD quotidiano (Long Slow Distance) e velocità lascia qualcuno perplesso.
  • Non hai una MALEDETTA idea di cosa fare di te stesso nel tuo giorno di riposo.
  • Ti sembra di esserti preso un giorno “off”  perchè tutto quello che hai fatto è stato nuotare 3000 metri e poi fare una breve corsa.
  • In ogni dato momento sai esattamente dove sono il tuo cardiofrequenzimetro e i tuoi occhialini, ma non riesci a ricordare dove hai lasciato le chiavi dell’auto. (Posto che poi il 90% delle volte sono nella borsa della bici).
  • Fai  docce ghiacciate per abituarti alla temperatura della prossima gara nell’oceano o al lago!
  • Quando amici non agonisti ti dicono che hanno corso/pedalato, automaticamente calcoli il loro ritmo per vedere se sei ancora in miglior forma.
  • Quando le auto ti sorpassano mentre guidi tu o ti lasci indietro per sfruttare la scia o acceleri per attaccare!
  • Non hai problemi nel convertire miglia all’ora in km all’ora.
  • Hai smesso di comprare scarpe coi tacchi alti, tanto i tuoi piedi sono troppo gonfi a causa delle lunghe corse   per calzarle a dovere.
  • Mentre le tue amiche meno inclini allo sport si ingozzano con piatti di lattuga, tu sei occupata con un piatto di pasta e di pollo (carne bianca, ovviamente).
  • Avere “il periodo” è diventato meno di un fastidio da quando i crampi mestruali non si sentono granchè mentre sei curva sulla bici.
  • Hai smesso di indossare orecchini pendenti dato che tendono ad incastrarsi negli abici mentre te li sfili di dosso per spremerti nell’ennesimo workout tipo “ancora uno solo” nella tua già sovraccarica tabella.
  • La tua fidanzata ha un’insana gelosia per le tue gambe abbronzate. Finchè non scopre che l’abbronzatura si ferma al bordo dei pantaloncini.
  • Hai rinunciato a tentare di andare ad allenarti in bici o a corsa con il tuo fidanzato perchè non prende molto bene quando gliele suoni.
  • La tua migliore amica compra una bici nuova e ti dice che è di una sfumatura proprio carina di blu. Tu compri una bici nuova e le parli dei rapporti del cambio.
  • Quando osservi la gente per la strada o al centro commerciale i tuoi amici notano occhi, capelli, fisico. Tu noti se hanno le gambe depilate, se hanno gambe da ciclista o runner e se indossano magliette di gare.

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi