[Nuoto] 200 Emozioni e Sensazioni

Interrompo momentaneamente il racconto della gara di sabato per aggiornarvi sugli allenamenti correnti.

Questa mattina ho fatto un 6.84km di corsa tranquilla a 4.40/km anche se il caldo non era dei migliori. Finalmente la pausa pranzo e la destinazione è la piscina!

Una volta arrivato incontro il ragazzo della Steel-T e dopo una breve chiacchierata siamo entrati in vasca assieme. Sarà una pura coincidenza che le corsie al nostro fianco erano popolate mentre noi eravamo solo in due? Meglio non porsi domande 😉

L’allenamento di oggi è tecnicamente semplice da dire, ma metterlo in pratica non è così semplice:

  • 500
  • [200 – rec 20”] x 4
  • 200
Ed ora vediamo come è andata. Come variante sui 200m ho deciso di alternare serie veloce e serie lenta per cercare le differenze e concentrarmi nei dettagli. 
  • 500 ( 9:55 )
  • 200 ( 3:47 )
  • 200 ( 4:3 )
  • 200 ( 3:40 )
  • 200 ( 4:4 )
  • 200 ( 4:4 )
Vorrei fare notare che nella serie da 3:40 mi si è aperto il cinturino del Timex (Teo, questa me la paghi) e mi sono fermato qualche secondo per chiuderlo. Mi chiedo solo che tempo sarebbe uscito se fossi andato via dritto e beato.
Sapete cosa ho capito oggi? 

Sia che li fai veloci o che li fai piano … 200m sono sempre la stessa distanza … sono le emozioni e la fatica che provi dentro che ti cambia e ti lascia dei segni dentro di te! 

I muscoli che passano dal relax ad essere pieni di acido lattico.

Il cuore che credevi di avere perso appare di colpo e lo senti vivo nel torace. 

Il fiato che sotto sforzo sembra durare molto di meno. 

L’acqua che sentivi amica sino a poco prima di colpo diventa la tua avversaria da battere. 

Che emozioni … emozioni da nuotatore … non vedo l’ora di tornare a nuotare!

Devo dire che i 200m sono una distanza in acqua che mi piace per le serie veloci. Diciamo che rispetto ad un 50 o 100 sono molto più rilassanti. 
Ci dovrò lavorare ancora parecchio per avere dei tempi accettabili, però al momento sono veramente soddisfatto. Questo però non mi basta, ho voglia di migliorare e quindi devo allenarmi seriamente! QUA QUA QUA!!!

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi