[Running] Aspettando Boston

Lunedì scorso si è corsa la “Boston Marathon 2010” e da quel momento la mia mente non riesce a smettere di pensare, riflettere e sognare.

Ieri, leggendo il blog di runnerblade ho lasciato un commento alla discussione “Vi chiedo: quanto sono chiari i vostri progetti futuri ?” ed un relativo scambio di commenti tra me e lui.
Io: I miei progetti futuri sono totalmente chiari e si basano su due punti
_ levare quel 3 in Maratona che mi sono stufato di vedere 😀
_ IRONMAN
Per le 3h spero entro fine anno … per l’ironman … la strada è più lunga … di certo il tutto verrà dopo “Boston Marathon 2011” che spero di chiudere con un bel 2 davanti … 🙂
Giancarlo … non ti scoraggiare … sei forte ed in gamba 🙂
Lui: si ho preso appunti, leggi il post di Margantonio e preparati al fatto che non sarà una passeggiata di salute.
Io: lo so che non sarà per nulla facile … infatti ho anche “paura” nel senso che non posso andare a Boston e sperare di riuscire a romperle lì per la prima volta le 3h … devo anticipare i tempi … perchè un 2h59m59s fatto “qua” non è di certo equiparabile a Boston … 🙁
Lui: Innovatel, Boston è unidirezionale, se hai la fortuna di avere il vento a favore è possibile fare un buon time.
Di solito la temperatura è bassa, il tifo è tanto e la compagnia non manca …anche femminile pure su quei ritmi.
Ascolta il consiglio di Giancarlo sono andato a leggere il blog di Margantonio ed è stata una vera e propria tragedia nella mia mente. E sapete perchè?

Dopo avere letto la “Boston Marathon in pillole” di Antonio sono rimasto senza fiato e parole.

I miei più sinceri complimenti ad Antonio! Mi chiedo se il mio sogno di laurearmi con un bel 2 alla “Boston Marathon University” resterà solo un sogno oppure no. Come ha detto Antonio … “questa non è una maratona questa è LA MARATONA.” … quindi basta farsi le pippe mentali e cominciamo a fare seriamente!

E che cassus … non voglio rimandare il mio appuntamento con la laurea oppure attendere la seconda per prendere la lode!

La preparazione non sarà per nulla facile e credo che dovrà essere estesa anche su un livello mentale molto alto. Boston non è una Maratona, come ha detto Antonio è LA MARATONA e già poterla correre è un vero onore e bisogna onorarla sino in fondo! La famosa “Heartbreak Hill” non farà nessuno sconto a nessuno ed è lì che mi aspetta.
Chiudo con un video che probabilmente ho già messo, ma non mi stuferò mai di vederlo e di attendere quel momento.
Reasons to run the Boston Marathon
Buon week end a tutti e buon allenamento … fate i bravi! 🙂

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi