[Nuoto] Virata: Grazie Adam! (Lezione 3)

Domenica sera, leggendo “[Nuoto] Tecnica di virata – Lezione 2” sul mio blog, ho trovato un commento di Adam Zanetti (compagno della Steel-Triathlon) che mi illustrava come effettuare la virata tramite dei suoi video. Nei giorni precedenti credo di averlo consumato quel video se devo essere sincero. Lo sognavo anche la notte o mi rivedevo i muovimenti della virata quando mi concentravo ad occhi chiusi. La teoria và bene nella vita. Nel nostro sport occorre la pratica dopo un certo momento. Ieri sera mi sentivo pronto e così verso le otto sono entrato in acqua abbastanza sicuro di me. Avevo una sola incognita: la situazione delle mie spalle dopo la caduta di domenica in corsa.

La tabella di allenamento di ieri sera è stata la seguente:

  • 250m stile libero riscaldamento
  • 500m stile libero
  • 250m stile libero (pull boy)
  • 500m stile libero
  • 250m stile libero (pull boy)
  • 250m stile libero
  • [Fuga dalla piscina al bagno con elevata urgenza]
  • 250m stile libero
  • 250m stile libero defaticamento

In totale ieri sera ho fatto 2500m in circa 45 minuti e non mi posso lamentare. Diciamo che ho sfruttato nelle serie da 500m la scia di un altro ragazzo che nuotava in vasca e questo piccolo dettaglio mi ha fatto recuperare tempo e soprattutto risparmiare moltissime energie utili. E le virate? Direi ottimamente!

Le prime sono state ancora a “vecchio stile” ma ad ogni tentativo mi sentivo più sicuro e deciso alla fine della vasca. Nella serie finale da 250m (non quella di defaticamento) ho alzato il ritmo della nuotata e con mio grande stupore non ho sbagliato nessuna virata. Entravo giusto, spinta perfetta con braccia avanti ed ero anche girato nella posizione corretta. Qualche colpo sotto il pelo dell’acqua e poi fuori che si deve raggiungere l’altro muro. Riesco a dosare bene anche il fiato in modo da non arrivare al limite e se qualcosa và storto non ho il bisogno di uscire immediatamente. Posso giocarmi anche qualche secondo in più sotto l’acqua tranquillamente.

Esco dalla vasca ed il bagnino che mi ha consigliato sabato mi ha fatto i complimenti chiedendomi quante ore mi fossi allenato nel frattempo. E’ la prima volta che nuoto da sabato. Mi sono studiato bene il video di un ragazzo che fà triathlon ed ho capito molte cose. Si è messo a ridere e mi ha detto di continuare così allora! Tornato a casa ho mangiato e poi sono crollato a letto all’istante.

Che altro dire? GRAZIE ADAM!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi