[Running] I muri della nostra mente

Ieri sera stavo parlando con una mia amica. Tra i diversi argomenti è uscita anche la mia partecipazione alla maratona di Padova abbinata al fatto che causa meteo non riesco a correre come vorrei. Ho detto che al momento compenso con carichi in palestra in modo da rinforzare i muscoli e poi appena il tempo migliora riprenderò a correre fuori. La sua reazione è stata la seguente:

Guarda che non credo che solo la palestra possa bastare per coprire 42Km ti conviene cominciare a correre appena il tempo lo permette!

La mia reazione è stata inaspettata probabilmente:

Io, più che i 42Km … sono i restanti 195m che mi preoccupano!

Ricordo quando ho corso la mia prima mezza maratona. Arrivato a sentire il beep del “Km 21” gli ultimi 100m nemmeno sono stati un vero massacro. La voglia ed il desiderio di finire ti fanno spingere e le gambe sono provate seriamente. Immagino che con il doppio della distanza sotto i piedi ed anche il doppio da concludere, quando si arriva al cartello 42 la situazione non sia molto più facile!

Mi è stato risposto che questo “muro” è solo nella mia mente:

E’ impossibile che per 21Km non hai sentito nulla alla gambe e poi di colpo tutto negli ultimi 100m le gambe sono diventate insopportabili.

Onestamente non sò cosa dire. Ho parlato con diversi runner in passato e questi muri sò che esistono e non credo siano poi così tutti mentali.

Ora per chiudere vi chiedo una cosa semplice: voi li avete i muri? A che distanza? E la distanza totale?

I miei sono:

  • 5 Km: troppo brevi per rendermi conto di qualcosa
  • 10 Km: Dal 6 -> 7 Km
  • 15 Km: Non ho riscontrato particolari problemi
  • 20 Km: Dal 17 -> 18 Km
  • Mezza Maratona: gli ultimi 97m

Non posso mettere i muri per distanze oltre la mezza maratona in quanto non l’ho ancora corsa. Ho letto di muri al “Km 29” oppure al “Km 35” … confermate? Smentite?

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi