[Nuoto] Un cambio è troppo difficile?

Ieri sera ho deciso di andare a nuotare più tardi sperando di trovare la vasca libera. Così è stato, eravamo in tre in vasca ed anche gli altri due nuotavano a buon ritmo. Entro in acqua e parto. Mi sono sentito subito in versione pesciolino e così ho preso a tempo zero il ritmo della nuotata. Il ritmo era buono e sono arrivato a fare 50 vasche senza pausa. Ad ogni virata vedevo sempre dietro di me quei due ragazzi. Nulla, la situazione non cambiava per niente. Sempre e solo dietro. Arrivo al tocco della 50 e mi fermo. A seguire il breve dialogo tra un ragazzo che avevo in scia (A) e me (B)

A: e noi adesso?
B: vedi te … io ho tirato 50 vasche ed ho finito direi …

Vi lascio immaginare la sua faccia … e che cavolo però … un cambio male non fà nella vita. Sono il “pirla del villaggio” che fà tutta la fatica aprendo l’acqua e “le volpi del villaggio” sfruttano la scia ed il vuoto nell’acqua che faccio io? Vabbè, no comment … ad ogni modo … l’emozione di aver tenuto un buon ritmo per tutta la nuotata è ancora davvero forte 🙂

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi