[Cucina] La mia prima pasta allo zafferano

Chi mi conosce lo sà benissimo: vado matto per la pasta allo zafferano. Visto che non la mangio da un pezzo ieri sera ho deciso di farla. Non l’avevo mai fatta e così ho recuperato la ricetta (La pasta allo zafferano) che mi aveva detto mamma tempo fà. Preparo il tutto e comincio a cucinarla. Ero gasatissimo e pronto a mangiarla. Non vedevo l’ora.

Pronti … partenza … via …

  • Metto su l’acqua a bollire (in ritardo)
  • Preparo in un altra pentola il condimento: bicchiere di vino, zafferano, cipolla, burro e dado
  • Butto la pasta
  • Metto in tavola

In teoria sarebbe andato tutto per il meglio se …

  • La fiamma della pentola con vino, cipolla, burro e dado fosse corretta. Il vino è evaporato non del tutto e sul fondo della pentola era rimasto ancora visibile
  • Magari, dovendo fare quasi 0,5Kg di spaghetti, potevo pensare subito di dovere prendere la pentola grossa e non quella piccola. Quando stava per bollire ho pensato: io come la metto tutta questa pasta dentro? Considerando che ero già in ritardo ho preso la pentola più grossa o forse troppo grossa ora e l’ho riempita di acqua calda. Poi ho travasato quella che bolliva ed ora che ha ripreso temperatura il ritardo è aumentato vertiginosamente.
  • Il dado messo era poco. Fortuna per compensare mi è scappato il sale quando ho salato l’acqua
  • Messa in tavola il risultato è stato pessimo. Quasi nessuno l’ha mangiata. Io mi sono impegnato (o forse era fame) sono riuscito a fare il bis.

Risultato finale?
innovatel 0 – Pasta allo zafferano 1

Ovvero:
sconfitto da una pasta

Che devo dire? Ho due possibilità:

  1. Continuo a fare la pasta ai formaggi che mi esce davvero bene
  2. Ci ritento e gli faccio vedere che se voglio gli spezzo le ossicina

Avete dubbi? Ovviamente la scelta numero 2!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi