[Running] Nike Plus Human Race – Versione estesa

Eccomi qua, con qualche giorno di ritardo a scrivere della Nike Plus Human Race in maniera più estesa rispetto alla “[Running] Sintesi Nike Plus Human Race” scritta l’altro giorno. Prima di partire con la corsa vorrei fare delle premesse senza le quali non si capirebbero molte cose.

Sabato 30 Agosto 2008:

Ero via per un week end con amici. La sera ho cucinato io sapendo che avrei dovuto correre la mattina. Peccato che una volta andato a letto non sono riuscito a prendere sonno. Erano le 3 del mattino quando mi sono alzato a passeggiare per la casa. Era da mezzanotte che fissavo il soffitto. Tornato a letto poco dopo ho tirato quasi le 5 ancora sveglio. Son riuscito a dormire circa un 2 ore e quando la sveglia per andare a correre è suonata non me la sono sentito di andare.

Domenica 31 Agosto 2008:

Svegliato alle 7 con molta calma ho fatto colazione e poi siamo andati in montagna a fare un giro. Nel primo pomeriggio mi sono dovuto sparare 3h di macchina da solo e non era molta la voglia. A metà la stanchezza della notte in bianco cominciava a farsi sentire e così mi sono fermato a riposare.

Arrivato a casa ho detto: mi spiace ma non la corro, son troppo distrutto! Ho acceso il pc per salvare le foto della domenica ed ho visto i primi risultati. Non ho resistito!

Domenica 31 Agosto 2008 – La MIA Nike Plus Human Race:

Erano circa le ore 19. Scarpe ai piedi e tutto pronto. Musica giusta e si parte. Un tratto di strada per svegliarmi e poi sono partito attivando il sensore. Le note della musica scorrono ed anche le mie scarpe sull’asfalto.

Dopo circa 3km il sonno era parte di me. Non riuscivo più a gestirmi e la stanchezza della notte in bianco e del viaggio si faceva sentire come non mai. I primi segni e sintomi di crampo in arrivo erano lì. Arrivo in fondo alla via e torno a casa. Mollo, sarebbe un vero delirio finirla in queste condizioni. Altri 7km non li reggo. Mentre tornavo a casa pensavo che avevo pensato una cosa seria e sensata sul non correrla ma che la cazzata dovevo farla.

Arrivato in zona casa ero a 5.5Km e mi son detto che ero già oltre la metà. Facciamo il giro più lungo per arrivare a casa. Siamo quasi a 7km. Qua ho avuto il primo è unico crollo della corsa. Mi sono dovuto fermare ad un incrocio (macchina Vs. podista avrebbe vinto macchina) ed il grafico è la prova del crollo. Ero attorno a casa e la tentazione di dire salgo era enorme. A quel punto ho preso una strada che mi ha portato lontano da casa. Il tratto di strada tra il “Km8” ed il “Km9” è stato il più eterno di tutta la corsa.  ULTIMI MILLE METRI! Sono attorno a casa ma non molliamo! Il rumore dei passi si sentiva sulla strada. Due giri delle vie attorno ed ho superato i 10Km completando la distanza.
ARRIVATO! Non ci credo ancora adesso giuro!
Salgo a casa e dopo una doccia calda mi lancio a tavola e trito l’impossibile! La sera sono crollato e non sono uscito. La notte ho fatto un sogno molto carino e particolare (leggi post di sintesi) ed i miei amici quando l’ho raccontato a loro lunedì sera mi hanno dato certi suggerimenti che è meglio evitare di scrivere.
EXTRA:
Collegando il tutto al computer per scaricare i dati ho scoperto che il sensore Nike Plus ha rilevato 600m di meno e quindi il tempo non è reale anche per quello modificando così la mia posizione in classifica.

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi