[Running] Sfogo: Incazzati è meglio!

Questa mattina avevo in programma una sessione di allenamento tranquilla. Questa mattina invece qualcosa è andato storto. Quando la sveglia alle 6.40 è suonata mi sono svegliato già con le palle girate. Inutile dire che il pensiero “torno a letto che è meglio” ha prevalso ma dovevo scaricarmi altrimenti oggi sarebbe stata una vera e propria giornata di merda da manuale.

Il tempo minimo per cambiarmi e si parte. Nel fare stretching l’incazzatura saliva. A quel punto conosco un solo metodo per farla passare: CORRERE! Gli ultimi respiri e l’ultimo sguardo al cielo. PARTENZA!

Avrei voluto fare un giro lungo ma avevo paura di fare tardi per il lavoro. Le gambe andavano ed anche bene. Troppo bene e quindi l’asfalto era lì solo ad uno scopo: essere distrutto! Gira giù, allunga, scatta ed alla fine casa. Ho pensato pochissimo o nulla in quei momenti.

Arrivato sotto casa la mia prima parola: FINE! Arrivato mi sentivo moralmente ed emotivamente meglio e davvero tanto. Avevo le gambe a pezzi e sentivo una cascata di sudore scendermi dalla fronte.

Ho guardato il grafico della corsa (Runner Plus o Nike Plus) ed ho capito il perchè. Non mi chiedete come sia stato possibile ma lo è stato! Quando passavo per le varie vie vedevo la gente che mi guardava “male” e non riuscivo a capire. Visto il grafico posso avere un minimo di sospetto sul perchè!

Al momento posso dire solo che sono stravolto ancora nel pomeriggio e questa sera per rilassarmi mi butto in piscina a tempo indeterminato e così provo a sciogliere il tutto. Spero solo di non addormentarmi in acqua, non sarebbe bello.

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi