The bug’s wars … ovvero una settimana senza fine

Dopo un mese abbastanza impegnativo al lavoro è giunto finalmente il momento di poter allentare un attimo la tensione. Troppo bello per essere vero? Già ….

… chi questa settimana ha provato a fare una chiaccherata con me (anche solo via sms) erano più le volte che non mi trovavano e/o non rispondevo di quelle che mi facevo vivo. Il perchè? Semplice … rispondo con una frase che ho detto alla fine di una riunione mercoledì mattina appena arrivato in ufficio:

E’ stato un piacere conoscerti … vado … anzi torno di là in trincea!

Andiamo per ordine … mercoledì è già a metà settimana. Ed i giorni prima?

  • Lunedì: giornata abbastanza nella norma. Non mi ricordo nulla di particolare
  • Martedì: Qua già la situazione si complica. La mattinata è andata via tranquilla, si era consapevoli che qualche bug da correggere sarebbe arrivato ed eravamo in fase di allerta ad aspettare. Nella pausa pranzo vado a casa a fare il borsone della palestra. Non molto convinto ma l’ho fatto. Alle 17.50 (dovevo uscire 10 min dopo) arriva LadyChobin e mi pone una domanda. Pensavo fosse un problema minore e le ho dato una risposta di base. Volevo andare a casa. Spengo il pc, la saluto e mi ferma. Mi mostra quanto è critica la situazione. Avevo già sù il mio giubbetto, lo tolsi all’istante. Pochi attimi dopo, son tornato al mio pc e l’ho riacceso. Mentre si accendeva, ho ricostruito a mano uno script sql di quasi 3000 righe. La prima ricostruzione dava problemi, così ho dovuto passarmelo tutto a mano lanciandolo a pezzi. Non vi dico il divertimento. Pensate sia finito qua? Errore! Nel database non si trovano dei dati che però a video vengono mostrati. Da dove arrivano? Non lo sò, si parte di debug. Alle 19.30 quando ho scoperto cosa è stato fatto mi sono cadute le palle e sono andato a casa. Ovviamente, chi ha creato il bug ed il problema alle 18 è andato via ridendo. Io mi chiedo: perchè sono così pirla?
  • Mercoledì: Qua è il giorno della trincea! Si parte la mattina presto a fare fix su fix a quella parte del progetto senza tregua. Un castello di carta in mezzo ad una tempesta era più stabile probabilmente. Ogni cosa che sistemavi cadeva qualcosa d’altro. Io e LadyChobin non abbiamo avuto un attimo di respiro per tutta la giornata. Fortuna che la sera a spinning mi sono distratto un attimo e mi sono scaricato
  • Giovadì: Ero ancora in preda ai fx del giorno prima e non riuscivo a capire come mai si verificassero e come risolverli. Ad un certo punto vedo LadyChobin agitarsi assieme ad un altro collega. Mi spiegano la situazione: volevo scappare! Una volta annegato il pensiero della fuga, ho cominciato a pensare soluzioni sensate. Ho passato la giornata a restorare database e confrontare i record in una serie di tabelle preparando degli script sql.
  • Venerdì: La settimana teoricamente è alla fine. MI preparo a lanciare gli script fatti il giovedì per fornire i primi dati di analisi. Errori di vario genere e non dipendenti dalla mia volontà. Ad occhio e croce, ho lanciato circa 4000 istruzioni sql a mano. Una alla volta ed in base all’errore la classificavo. I bug che ho in corso di fix sono ancora lì. Finalmente arrivano le 17 e qualcosa. Direi che tanto è troppo tardi per fare tutto e si può andare a casa. Pensate che esco prima per recuperare l’ora e mezza di martedì? Errore … ho recuperato un ora che avevo fatto negli altri giorni arrivando prima ed andando via dopo.

Un grazie a LadyChobin per la compagnia di questi giorni (Settimana NO!) e dei prossimi perchè penso che dovremmo aiutarci uno con l’altro altrimenti la situazione sarà molto critica.

Inoltre, chi mi conose bene sà anche il perchè, questa settimana non è stata per nulla delle migliori nemmeno da un punto di vista privato e/o personale. Fortuna che i colleghi con cui ho parlato hanno capito la situazione e mi hanno detto di non preoccuparmi.

Ora vedrò di godermi a tutta questi due giorni di pure relax. Lunedì sò già che non mi aspetta una situazione delle migliori! Tra 50 minuti la iso della “mia” Fedora 8 sarà tutta sul pc pronta per essere masterizzata e poi installata. Una volta fatto ciò, se non succede nulla di nuovo, si và in palestra per una lezione di spinning da 90 minuti!

Buon week-end a tutti 🙂

Andrea

Andrea -di mestiere programmatore- ha trovato nello sport di resistenza la sua passione che lo rende vivo. Ha intrapreso varie discipline tutte basate sull'endurance (Maratone, Ultra, Trail ed Ironman) perchè alla fine quello che conta di più per lui è divertirsi e stare bene. Trova il tempo per fare anche dell'altro? Certamente: ascolta tantissimo Rock e la sera si riposa giocando online a World Of Warcraft. Ogni tanto legge anche per staccare la mente e portarla in altri contesti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi